Serie A, Beretta: “Il 2015 è stato un anno molto positivo per i club italiani”

Le parole del presidente della Lega Serie A ai microfoni di Rai RadioUno

di Redazione, @forzaroma

«Il 2015 è stato un anno estremamente positivo per i club italiani per quanto riguarda la dimensione europea con la Juventus in finale di Champions e un ottima performance delle squadre impegnate in Europa League, questo en plein è un segnale molto positivo». È il bilancio sul calcio italiano del presidente della Lega di Serie A, Maurizio Beretta, ai microfoni di Rai RadioUno nell’ambito dello speciale all’interno di ‘Sabato sport’.
Il numero uno della Lega passa poi a parlare della stagione in corso. «È un campionato bello e avvincente che sicuramente si concluderà all’ultimo con una grande incertezza -prosegue Beretta-. L’interesse è sempre molto alto. Questo copione non scritto del campionato sta divertendo molto rendendo tutto più interessante e avvincente».

Beretta fa poi una disamina dell’anno che verrà. «Il 2016 sarà un anno che guarda a impegni internazionali importanti: le sfide dei club in Europa, la finale di Champions che sarà a Milano oltre a un Europeo molto interessante. Bisogna continuare a lavorare in una logica di sostenibilità nel medio e lungo periodo per il grande calcio. Sono già stati fatti passi avanti come col tetto alle rose ma dovremo proseguire in questo percorso nell’interesse delle società e dei tifosi».

Sulla goal line Technology«Certamente dà una sicurezza in più a giocatori, tifosi, spettatori e arbitri. L’introduzione delle tecnologia è un fatto molto positivo -sottolinea Beretta che conclude parlando dei risultati ottenuti in termini di sicurezza-. I risultati per la serie A, con la collaborazione con Forze dell’ordine e ministero dell’Interno, sono molto positivi. In A incidenti e Daspo sono diminuiti in maniera sensibile, è un segnale importante anche per le leghe minori perché questo percorso virtuoso possa avere un contagio positivo anche in Serie B e Lega Pro». Lo riporta Adnkronos.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy