River Plate, Passarella in Italia per far cassa. Funes Mori e Cirigliano i pezzi forti

di Redazione, @forzaroma

(gazzetta.it) Mancano ormai pochi giorni all’apertura del mercato invernale, ma i tempi sono già maturi per assestare il colpo. E l’imminente viaggio in Italia di Daniel Passarella è la prova che qualcosa bolle in pentola. Un viaggio mirato, entro una settimana – rivelano fonti vicine al presidente del River Plate -, allo scopo di fare cassa con la cessione di Rogelio Funes Mori, classe ’91, e Adrian Ezequiel Cirigliano, classe ’92. L’attaccante sarebbe vicinissimo al Palermo, che pagherebbe gli 8 milioni di euro richiesti da Passarella. Per il centrocampista, seguito da Napoli e Fiorentina, il presidente del River sembra invece intenzionato ad alimentare un’asta, facendo leva sui numerosi estimatori che il giovane centrocampista vanta in Inghilterra, Manchester City in primis.

 

COLPO IN CANNA — La prima tappa italiana di Passarella potrebbe essere Palermo, per un affare che avrebbe buone possibilità di andare in porto. Chi conosce bene le strategie di Passarella, giura infatti che la trattativa per la cessione di Funes Mori al club siciliano sia addirittura in fase avanzata, ipotizzando un accordo intorno agli 8 milioni di euro. Forse troppi per un attaccante dalle grandi prospettive (appena 21 anni) ma ancora dallo scarso feeling con il gol, come testimoniano le 5 reti in 19 partite nella stagione appena conclusa (20 complessivamente in 92 partite). Forte fisicamente, con caratteristiche da prima punta e movenze che ricordano vagamente il primo Batistuta, Funes Mori potrebbe integrarsi bene con il connazionale Dybala, aumentando le opzioni offensive di Gasperini con una coppia argentina tutta rapidità e potenza. Il nome di Funes Mori si aggiunge così a quello di Milton Caraglio, 24 anni, altro attaccante argentino seguito con particolare interesse da Lo Monaco dopo le 16 reti in 36 partite con la maglia dei Rangers (prima divisione cilena). Per il Palermo si tratterebbe comunue di una scommessa importante, tanto quanto il prezzo, in entrambi i casi.

 

“JEFECITO” ALL’ASTA — L’altro nome caldo è quello di Cirigliano, erede designato di Javier Mascherano e prossimo protagonista del Sudamericano U-20 che si disputerà a gennaio. Il “Jefecito”, come è già stato soprannominato in patria, interessa parecchio a Napoli e Fiorentina. Ma in questo caso si ragiona su cifre ancor più elevate, nei piani di Passarella intorno ai 15 milioni. Si vocifera infatti che la volontà del presidente “millonario” sia quella di scatenare un’asta attorno al giovane centrocampista, stimato Oltremanica soprattutto da Roberto Mancini, che nei mesi scorsi ne avrebbe caldeggiato l’acquisto. Con quattro stagioni alle spalle in prima squadra (le ultime due da protagonista), Cirigliano ha dimostrato di possedere stoffa da vendere, ma difficilmente arriverà in Italia se a Passarella riuscirà il gioco al rialzo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy