Olimpiadi Roma 2024, la squadra è fatta. Adesso il via alle operazioni

Gli ultimi ruoli vacanti sono stati assegnati nel team che cercherà di portare le Olimpiadi a Roma, nel 2014

di Redazione, @forzaroma

La squadra è fatta, ora può cominciare a giocare. Dopo la nomina di Luca Cordero di Montezemolo alla presidenza del comitato promotore che cercherà di portare le Olimpiadi del 2024 a Roma e di Luca Pancalli, nel ruolo di vice presidente (che curerà i rapporti con Roma Capitale e l’organizzazione paralimpica), sono stati assegnati gli altri due ruoli ancora vacanti: Claudia Bugno è la general coordinator dell’attività del comitato; Simone Perillo, invece, l’international relations and planning manager. Una conferma dei rumors che si erano diffusi dopo il vertice in Campidoglio del 25 febbraio che arriva dallo stesso presidente del Coni, Giovanni Malagò, al termine della Giunta tenuta nella sede del comitato paralimpico italiano. «Essendo un comitato in house non si può chiamare direttore generale o Ceo ma di fatto ha la facente funzione di questo tipo di mansione», spiega il capo dello sport italiano che aveva auspicato l’ingaggio di una donna-manager. E la Bugno risponde all’identikit: è un dirigente del ministero dello Sviluppo Economico che nel curriculum vanta incarichi nell’Idi e nella Banca Etruria e che gode di stima bipartisan. Perillo, invece, è un ex dirigente della Ferrari. «Vantano un’esperienza internazionale, parlano tutte le lingue – sottolinea Malagò -, Perillo è una persona che ha lavorato nella federazione internazionale dell’automobilismo, di stretta conoscenza e stima dell’avvocato Montezemolo». Il loro quartier generale, come riporta l’Ansa, sarà al Foro Italico, nella palazzina dell’ex aula bunker, che sarà inaugurata «a breve» e in cui sarà dirottato parte del personale Coni. «Ora testa bassa sull’impostazione filosofica, culturale, tecnica e amministrativa del dossier – incita Malagò -. Ieri ho incontrato il presidente Zingaretti con il presidente Montezemolo e abbiamo iniziato a fare una bella azione, mirata, one to one, in termini di capacità di lobbying sull’elettorato. Nei prossimi giorni ci sarà un incontro, non so se al Coni a Palazzo Chigi o in Comune, per capire l’impostazione del dossier e di alcuni punti cardine. Adesso che abbiamo una squadra operativa pronta possiamo procedere su tutto il profilo della gestione»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy