Zaniolo si abbraccia con Mancini a fine partita: “È tutto a posto” – FOTO

Il numero 22 giallorosso si mette alle spalle le polemiche di settimana

di Redazione, @forzaroma

Tutto tranquillo. Tutto risolto. Le immagini parlano chiaro. Subito dopo il triplice fischio di Manganiello, che ha chiuso Spal-Roma sul definitivo 1-6, Zaniolo e Mancini si sono cercati per stringersi la mano, da buoni compagni di squadra. Il numero 22 ha fatto lo stesso anche con Paulo Fonseca. Alle spalle quindi le polemiche che lo avevano visto protagonista negativo nel post-Verona, quando Mancini lo aveva ripreso per un suo mancato impegno, subendo la “ramanzina” dell’allenatore portoghese a fine gara. Negli spogliatoi, poi, Zaniolo ha condiviso una storia su Instagram insieme al centrale della Roma. Le sue parole non lasciano spazio ad interpretazioni: “Tutto a posto. Da sempre e per sempre fratellone”.

E pensare che Zaniolo non sarebbe dovuto essere nemmeno tra i convocati di Ferrara: è stato reinserito da Fonseca dopo il forfait di Cengiz Under, out oggi per un affaticamento all’adduttore destro. Il ritorno di Zaniolo è stato di quelli spettacolari. Il fuoriclasse della Roma aveva provato a timbrare il cartellino appena entrato, su assist di Carles Perez, ma il tiro era finito di poco fuori dalla porta. Allo scadere, poi, una magia delle sue: Zaniolo parte da prima della metà campo giallorossa, una progressione palla al piede che mette fuori gioco mezza Spal, entra in area di rigore, finta di andare sul destro ma si sposta sul sinistro e finisce l’azione scaraventando il pallone sotto al sette, alle spalle di Letica. Un azione simile a quella di gennaio contro la Juventus, prima della tragica rottura del legamento crociato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy