Volpato, rinnovo fino al 2024: “Incredibile allenarsi con Dzeko, Mkhitaryan e Pedro”

Il talento dell’U18 e gestito da Francesco Totti: “Mi sono allenato con la prima squadra, poi la società mi ha proposto il nuovo contratto”

di Redazione, @forzaroma

Da Sydney a Trigoria. Christian Volpato è un classe 2003 dell’Under 18 della Roma. Chi si è accorto del suo talento è stato Francesco Totti, che l’ha voluto nella sua agenzia di scouting. La scorsa settimana è arrivato il nuovo contratto fino al 2024. “È tutto perfetto – ha detto a The World Game -. Anche se non abbiamo giocato molte partite, mi hanno detto che avrebbero aspettato fino a giugno per farmi firmare il nuovo contratto, per vedermi giocare più partite. Ma ho giocato in alcune partite di allenamento, anche contro la prima squadra, e loro credevano che fossi stato all’altezza, quindi me l’hanno offerto. Il momento clou è stato sicuramente giocare contro la prima squadra. Mi sono allenato con loro. Anzi, in realtà abbiamo fatto una piccola partita, e io marcavo Pedro. Quella è stata la migliore esperienza della mia vita. Vedendo Dzeko, Mkhitaryan… Wow“. 

Ora potrebbe arrivare l’occasione in Primavera: “Quando ho fatto il mio debutto per la prima volta, l’anno scorso, c’era proprio una grande differenza. Il modo in cui muovono la palla, quanto sono veloci e forti, è proprio livello successivo. Mi sto ancora abituando. Ma più partite faccio, più mi abituerò”. Con un obiettivo chiaro: “Tutto quello che voglio fare è rendere fiero mio nonno. È stata la prima persona con cui ho preso a calci un pallone quando avevo quattro, cinque anni”.

Un giorno dovrà decidere se giocare con la nazionale italiana o quella australiana, anche le giovanili: “Sarebbe più facile giocare con l’Italia in quanto è più facile con i viaggi. Ed è l’Europa, qui è dove vuoi essere. Ma in Australia sono nato, quindi non posso escluderla. Sono aperto a entrambe le soluzioni”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy