Taffarel: “Alisson non può essere contento di fare la riserva. Ha la personalità di un veterano”

L’ex portiere della Seleçao è scettico sull’utilizzo del connazionale in giallorosso: “A Roma dicono che ha bisogno di un periodo di adattamento, ma più che altro lui dovrebbe giocare”

di Redazione, @forzaroma

Claudio Taffarel, ex portiere della Seleçao, è intervenuto ai microfoni di SporTV. Il brasiliano ha voluto analizzare la condizione dell’attuale estremo difensore dei verdeoro, Alisson. Quest’ultimo sta trovando poco spazio nella Roma, in quanto Spalletti ha deciso di utilizzarlo come portiere solo nelle coppe europee: “Alisson vive una situazione molto delicata- afferma Taffarel -. Purtroppo non sta giocando in campionato, ma solo in Europa League. Poco a poco si sta mettendo in mostra davanti a Spalletti e ho sentito da parte di tutti a Roma che ha un grande potenziale e che riuscirà presto a conquistare lo spazio che merita“.

Szczesny permettendo, ovviamente: “Si trova a vivere un dualismo con Szczesny, – prosegue Taffarel – che è un buon portiere e sta giocando bene. Si tratta di una sfida importante per lui. Certo, l’ideale era di giocare ogni partita per arrivare qui nel miglior modo possibile. Pensava di essere titolare andando a Roma, ma nella capitale pensano che abbia bisogno di un periodo di adattamento. Più che di un periodo di adattamento, ha bisogno di giocare. Ma lui sa che deve fare buon uso delle occasioni che gli vengono date, specialmente in Europa League. Lui non è soddisfatto, non può essere contento di essere una riserva. Ha una buona testa, sembra un veterano ed ha una grande tranquillità“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy