Szczesny sfida la Juve: “Non è tanto più forte della Roma”. Mario Rui vicino al rientro. Pallotta è con Trump

Il dualismo con Alisson e una frecciata alla Juve, Szczesny è sicuro: “Giochiamo per scudetto, Europa League e Coppa Italia”. Mario Rui come Ruediger: Primavera poi il rientro

di Guendalina Galdi, @Guend4lina_G

“Giochiamo per scudetto, Europa League e Coppa Italia: abbiamo grandi ambizioni e una buona squadra”. Wojciech Szczesny, dal ritiro della Polonia, ha dimostrato di avere le idee chiare. La Roma non starà a guardare in questa stagione, su nessuno dei tre fronti, e il primato in campionato è uno degli obiettivi. Juventus avvisata, ed è proprio ai bianconeri che Szczesny lancia una frecciata: “La Juve è una delle migliori squadre di Serie A, sicuramente è la favorita, ma la Roma è tra le squadre che potrebbero detronizzarla”. Forte sì, ma non tanto di più dei giallorossi che inseguono, secondi, a meno quattro dal primo posto. Il suo, di posto, tra i pali giallorossi, invece è saldo: “Io difendo in Serie A, lui in Europa League. Sono contento di come stanno le cose, anche se mi rendo conto che nel calcio tutto può cambiare improvvisamente”. Szczesny ha fotografato così la situazione attuale tra i pali della Roma, spiegando il dualismo tra lui ed Alisson e non solo: “Abbiamo un buon rapporto, è un bravo ragazzo – ha proseguito il numero uno polacco ai microfoni del portale Laczy nas Pilka -. E’ molto modesto e, soprattutto, un grande portiere, il titolare del Brasile. La Roma ha due portieri forti e li utilizza nelle varie competizioni. Diamo sempre il 100% per cercare di conquistare il nostro posto”.

MARIO RUI: PRIMAVERA POI IL RIENTRO – Quarantotto ore di pausa concesse da Luciano Spalletti ai giallorossi non convocati dalle nazionali, prima di tornare ad allenarsi per iniziare a preparare il prossimo impegno di campionato. Ma a Trigoria c’è chi ha lavorato anche oggi: si tratta degli infortunati, Mario Rui e Nura. Il terzino portoghese in particolare, alle prese con il recupero dalla lesione al crociato rimediata nella tournée estiva, oggi è tornato in campo per svolgere la prima seduta di lavoro insieme alla Primavera di Alberto De Rossi. Una buona notizia dunque per il giocatore e per Spalletti che molto probabilmente potrà riaverlo a disposizione i primi di dicembre.

TOTTI-DEL PIERO, PALLOTTA-TRUMP – Nel giorno del compleanno di Alessandro Del Piero, non potevano certo mancare gli auguri di Francesco Totti all’ex numero 10 della Juventus. Insieme campioni del Mondo nel 2006, avversari in campionato e amici fuori dal campo. Via social, Totti ha mandato un messaggio a Del Piero“Alessà te stai a invecchià”. “Francè, non sono andato a dormire fino a quando non ho ricevuto i tuoi auguri… e ora che mi sono svegliato posso dirti: Grazie!”, la risposta dell’ex bianconero che tuttora si divide tra Italia e Stati Uniti. E a proposito di USA: l’Election Day ha dato il nome del nuovo presidente a stelle e strisce. Donald Trump ha battuto Hillary Clinton e a fianco del tycoon si è schierato anche il presidente della Roma James Pallotta: “Ho sempre preferito Trump – il commento del numero uno giallorosso a ilmessaggero.it -. Penso che farà meglio di quanto si creda”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy