Roma, che beffa: finisce seconda per il pareggio con Wolfsberger (2-2). Al primo posto il Basaksehir

Roma, che beffa: finisce seconda per il pareggio con Wolfsberger (2-2). Al primo posto il Basaksehir

La sblocca Perotti su rigore, poi l’autogol di Florenzi e il nuovo vantaggio di Dzeko. Nella ripresa risponde Weissman. Giallorossi in seconda fascia

di Valerio Salviani, @vale_salviani

La Roma chiude il girone con il minimo sindacale e accede alla fase a eliminazione diretta. Serviva almeno un pari contro il Wolfsberger già eliminato, ed è arrivato. Contro gli austriaci finisce 2-2. Nel primo tempo segna prima Perotti su rigore, poi l’autogol di Florenzi rimette il match in equilibrio. Dzeko riporta avanti i suoi, ma nella ripresa la rete di Weissman fissa il risultato in parità. La Roma passa come seconda, ma il girone lo vince il Basaksehir, che passa clamorosamente in casa del Borussia. La squadra di Fonseca in seconda fascia.

CAPITAN SFORTUNA – Per l’ultima giornata della fase a gironi di Europa League Paulo Fonseca può finalmente scegliere di fare turnover. Contro il Wolfsberger serve un punto per passare il turno. Dentro una linea di trequartisti inedita, formata da Under, Mkhitaryan e Perotti.
L’equilibrio del match dura poco. Al 6’ proprio l’armeno vede lo scatto di Dzeko e lo serve in profondità, Kofler esce male e lo travolge: è rigore. Diego Perotti dal dischetto è una sentenza e spiazza il portiere degli austriaci portando i suoi in vantaggio. Quando la partita sembrava mettersi in discesa, arriva però il pari degli ospiti. Al 10’ Niangbo sfonda a sinistra e mette la palla in mezzo cercando Weissman, Florenzi lo anticipa ma la sua deviazione è sfortunata e finisce in porta. Primo autogol in carriera con la Roma per il capitano, che non riesce a vedere la fine del momento no.

SEMPRE EDIN – Dopo il pari la Roma si rimette a macinare gioco. Il nuovo vantaggio arriva presto. Al 21’ Diawara lascia partire un filtrante con il contagiri per Perotti, che dopo il gol trova anche l’assist innescando Dzeko. Edin deve solo spingere la palla in porta e abbracciare i compagni. Undicesimo gol nelle ultime undici presenze in Europa League per il bosniaco. Passano tre minuti e gli austriaci pareggiano ancora con Weissman. L’attaccante esulta ma la bandierina del guardalinee si alza rovinando la festa. Il fuorigioco ci sta. Il freddo si fa sentire e i ritmi si abbassano. La Roma quando attacca gioca di prima e si diverte, ma l’ultimo passaggio è spesso impreciso. Perotti, sugli scudi, è incontenibile e prova a inventare per i suoi mostrando una forma che non aveva da tempo. Il primo tempo si chiude sul 2-1 per Fonseca e i suoi.

CONGELATI – Nella ripresa la Roma rientra molle e rischia di subire il pari da Weissman, che scappa a Fazio e di testa colpisce il palo a Mirante battuto. Al 54’ Spinazzola mette il turbo e si fa tutta la fascia sinistra, mette in mezzo trovando Mkhitaryan, che da buona posizione non riesce a inquadrare la porta. Wolfsberger ancora pericoloso al 58’ con Niangbo, che costringe alla parata in allungo Mirante. Il portiere cade male e si fa male alla spalla, chiedendo il cambio. Al suo posto entra Pau Lopez. Gli austriaci continuano a giocare meglio e al 63’ trovano il pari con Weissman (stavolta regolare). Fazio si perde ancora l’attaccante, che in tuffo di testa batte il numero 1 romanista. E’ 2-2. Reazione immediata di Fonseca che manda in campo Zaniolo e Pellegrini, al posto di Under (fischiato) e Perotti.

OCCASIONE BUTTATA – Il pareggio va bene ai giallorossi, ma la paura della beffa si fa sentire. La Roma alza i giri e chiude il Wolfsberger nella sua metà campo. Come nel primo tempo però continua a mancare la precisione nell’ultimo passaggio e nella conclusione in porta. Scorrono i minuti e la squadra di Fonseca sembra piano piano accontentarsi. Gli austriaci, ormai eliminati, si chiudono in area per provare a difendere un pareggio che ha comunque il sapore dell’impresa. A un minuto dalla fine Kofler fa un miracolo su Dzeko e salva i suoi. Finisce 2-2, la Roma è seconda e qualificata.

 

 

 

TABELLINO

Roma-Wolfsberger 2-2
Marcatori
: 6′ Perotti (rig), 11′ Florenzi (aut.), 19′ Dzeko, 64′ Weissman

Roma (4-2-3-1): Mirante; Florenzi, Mancini, Fazio, Spinazzola; Veretout, Diawara; Under (67′ Pellegrini), Mkhitaryan, Perotti (67′ Zaniolo); Dzeko.
A disp.: Pau Lopez, Juan Jesus, Kolarov, Kalinic, Antonucci.
All.: Paulo Fonseca.

Wolfsberger (4-3-1-2): Kofler; Novak, Sollbauer, Rnic, Schmitz; Schmid, Sprangler, Wernitznig (73′ Schofl); Liendl; Niangbo (94′ Steiger), Weissman (92′ Hodzic).
A disp.: Kuttin, Gollner, Peric, Golles
All.: Mohamed Sahli

Arbitro: Pawson.
Assistenti: Betts – Hussin
IV Uomo: Madley

NOTE Ammoniti: 32′ Diawara, 56′ Rnic Spettatori: 21.672

LIVE PREPARTITA 

Ore 20.25 – Sul prato dell’Olimpico anche la Roma: il primo a entrare è il capitano Alessandro Florenzi.

Ore 20.17 – Entra sul terreno dell’Olimpico il Wolfsberger.

Ore 20.13 – In campo i portieri della Roma, guidati da Mirante che stasera gioca titolare.

Ore 19.45 – La Roma è arrivata allo stadio Olimpico. Ecco la formazione ufficiale.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy