Fonseca: “La pausa delle nazionali mi preoccupa. Qui siamo controllati” – AUDIO – FOTO – VIDEO

Queste le parole del tecnico: ”Smalling non partirà titolare, Pedro giocatore unico”

di Redazione, @forzaroma

Tutto pronto per la sfida di domani tra Roma e Cluj, match con cui i giallorossi proveranno a mettersi alle spalle la prestazione opaca della scorsa settimana contro il CSKA Sofia. Proprio per presentare il terzo turno di Europa League il tecnico Paulo Fonseca ha parlato in conferenza direttamente da Trigoria, accompagnato nell’occasione da Bruno Peres, che partirà con molta probabilità dal primo minuto nella partita di domani. Queste le parole di Fonseca:

FONSECA IN CONFERENZA

La prima domanda è su Pedro. Conosciamo la sua storia, ma un impatto così decisivo ha impressionato ancor di più Si aspettava che avesse questo impatto? Domani gli chiederà uno sforzo?
Mi aspettavo quello che Pedro sta facendo. Quando l’ho scelto sapevo che poteva essere un giocatore molto importante per la squadra, non sono sorpreso del suo rendimento. Anche della sua professionalità, è unico. Se giocherà domani? Vedremo. E’ vero che le ha giocate quasi tutte, ma dobbiamo fare questa gestione tra lui e Mkhitaryan. Penso che potrà giocare domani, vedremo se sarà titolare.

In un momento come quello che stiamo vivendo, non crede che federazioni e Uefa dovevano organizzarsi in maniera diversa per la Nations League? E’ preoccupato per la prossima sosta per le nazionali visti i viaggi che ci saranno?
Sì, sono preoccupato. Noi qui alla Roma siamo molto rigorosi, facciamo test quasi tutti i giorni e controlliamo la situazione. So che nelle nazionali si fa lo stesso, ma è normale che sono preoccupato perché arrivano giocatori da diversi paesi e continenti. Speriamo non succeda nulla.

Il rendimento di Mayoral crescerebbe se giocasse nella squadra di campionato e non con quella di coppa?
L’importante per me è far giocare i ragazzi. E’ una scelta mia in ogni partita. La cosa fondamentale è che giochi, perché ha bisogno di farlo e di adattarsi alla nostra squadra. Penso che questa è la cosa più importante.

Quando potrà tornare in campo Pastore? Come stanno Diawara e Calafiori?
So che Pastore tornerà la prossima settimana, vedremo come sta e che tipo di lavoro dovrà fare. E’ importante che possa tornare con noi. Aspettiamo sia Diawara sia Calafiori. Aspettiamo che possano tornare per lavorare con la squadra.

Finora si è vista una Roma diversa in Europa con più difficoltà: continuerà a cambiare anche domani?
Continuerò sempre a scegliere i migliori giocatori in ogni partita. Lo farò anche domani, tenendo conto della condizione dei giocatori e della vicinanza dalla prossima partita.

Un giudizio sul momento di Fazio e Juan Jesus
Si stanno allenando bene e sono disponibili. Vediamo se domani giocheranno o no.

Vista la possibile defezione di Carles Perez, è l’occasione giusta per vedere insieme Mayoral e Dzeko?
Vedremo domani.

Smalling è pronto per giocare tre partite di fila dall’inizio?
Smalling non giocherà dall’inizio domani. E’ molto fare tre partite di fila in questo momento, non possiamo dimenticare che non ha fatto il lavoro con la squadra all’inizio. Ha iniziato solo ora. Meglio che non parta titolare domani.

La classifica dice che domani è uno scontro al vertice del girone. E’ il Cluj la squadra più temibile del gruppo?
Sono forti, hanno un modo di giocare molto specifico. Fanno benissimo in questo modo, sono molto aggressivi sulle seconde palle. La scorsa stagione è stata nel gruppo della Lazio e la stessa Lazio non è riuscita a passare il girone, mentre il Cluj sì. Poi ha perso con il Siviglia che ha vinto l’Europa League. E’ una squadra che non perde da quindici partite e penso che sono fortissimi in questo modo di giocare.

FONSECA A SKY SPORT

Su Borja Mayoral
E’ un giovane ed è arrivato da poco. Ha bisogno di tempo abituarsi al nostro calcio, al nostro Paese, alla città. Sta lavorando molto bene e preso dimostrerà le sue qualità.

FONSECA AI CANALI UFFICIALI DEL CLUB

Queste le parole del tecnico portoghese ai canali ufficiali del club: “Non è una gara decisiva, ma sarà importante ottenere i tre punti contro una squadra che può lottare per la qualificazione al prossimo turno. Una squadra forte, che fa sempre buoni risultati, l’anno scorso ha giocato con il Siviglia e non ha perso nessuna delle due partite. Dobbiamo essere più intensi, concreti: è una partita con caratteristiche diverse, il modo di giocare del Cluj è diverso: è una squadra che gioca molto diretta, la seconda palla è molto importante, dobbiamo uscire veloci per gli attacchi. Ho fiducia in tutti i giocatori, penso che tutti siano in buon momento. Non sono preoccupato se cambiamo 4-5 giocatori perché ho fiducia in tutti“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy