Primavera, A. De Rossi: “Bene il primo tempo, dobbiamo lavorare sugli ultimi 20 minuti”

Le parole del tecnico giallorosso al termine del match tra la Roma Primavera e i pari età del Frosinone

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match vinto dalla Roma Primavera sui pari età del Frosinone per 5 a 2, è intervenuto ai microfoni di Roma Tv il tecnico giallorosso, Alberto De Rossi. 

Roma brava a chiudere la partita nella prima frazione, ma non sarai contento dei 2 gol subiti nel secondo tempo.
No, assolutamente. La prestazione è stata comunque buona. Fino al 25’ del secondo tempo la squadra è stata in campo ed ha cercato di giocare, è stata molto attenta, non sono mai ripartiti. Sul primo gol siamo stati sfortunati, abbiamo perso un rimpallo e i nostri avversari sono andati in porta. Un po’ come il gol con l’Apoel. Lì sono mancate un po’ di certezze. La squadra è dispiaciutissima perché noi, come tutti, ci alleniamo per fare gol e non prenderne. Ne abbiamo presi addirittura 2 e siamo stati anche un po’ in difficoltà. Gli avversari avevano grandi qualità nel reparto d’attacco, con questo terminale offensivo che riesce a catalizzare tutte le occasioni. Non siamo contentissimi. È chiaro che può succedere. Abbiamo fatto dei cambi in vista dei ragazzi che devono andare in Nazionale. Tatticamente un pochino abbiamo sofferto. Ce n’è un po’ per tutti, anche per me.

Comunque la Roma è scesa subito in campo per chiudere la partita.
Primo tempo bene, un gran belvedere. A parte i gol, anche la qualità delle azioni. Dobbiamo lavorare su questi ultimi 20’ del secondo tempo in cui la squadra si è smarrita, questo non deve mai succedere. Negli ultimi 5’ abbiamo ripreso a palleggiare e a tenere palla. Dobbiamo dare risalto e cercare di alleggerire un po’ il lavoro dei ragazzi che vanno in Nazionale, ma la squadra non deve avere questi cali così evidenti nella parte centrale del secondo tempo.

Tanti andranno in Nazionale, 4 oggi sono convocati con la prima squadra. A conferma dell’ottimo lavoro che state svolgendo.
Lo abbiamo sempre saputo, ma c’è stata una conferma da parte di uno studio a livello europeo in cui ci ricollocano tra i migliori settori giovanili di Europa. Lavoriamo bene, abbiamo un settore giovanile che funziona e lo si vede.

Difesa rivoluzionata per le convocazioni di Spalletti ma la qualità in campo rimane la stessa.
Questo è un altro aspetto positivo. Cambiare tutto un reparto e non risentirne, al di là dei gol che abbiamo preso, va sottolineato forte e chiaro. Parecchi avevano giocato anche a Cork. Siamo veramente molto contenti.

Un commento su Bordin? Sembra calato al 100% nel ruolo di regista puro.
Sì, anche se a dirla tutta non è partito molto bene quest’anno. Però sta crescendo in maniera esponenziale, siamo veramente molto soddisfatti. Lo scorso anno abbiamo puntato su di lui in quel ruolo lì. Con Marcucci siamo coperti. All’inizio era partito in ritardo con la preparazione, adesso è il Bordin che ci aspettavamo. Sottolineo anche la prestazione di Marcucci, lì in mezzo al campo stiamo messi bene. Stiamo aspettando anche la crescita di Petruccelli e soprattutto quella di Perfection: lo stiamo inserendo piano piano. È stato fermo per parecchio tempo, ma noi non dimentichiamo nessuno. È un reparto di grande qualità, ma per guardare oltre devono esserci un pochino tutti perché non siamo tantissimi. Vanno cambiati spesso i giocatori a centrocampo, quindi averne di più è fondamentale. Marcucci è una certezza, Frattesi sta facendo bene, c’è la conferma di Spinozzi e Bordin. Ma aspetto anche che Petruccelli e Perfection crescano di conoscenze.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy