Pellegrini: “Florenzi è il nostro capitano e ce lo teniamo stretto”

Pellegrini: “Florenzi è il nostro capitano e ce lo teniamo stretto”

Le parole del centrocampista a fine partita

di Redazione, @forzaroma

Lorenzo Pellegrini ha parlato al termine di Roma-Spal, conclusa 3-1 per i giallorossi. Ecco le sue parole nel post-match.

PELLEGRINI A SKY SPORT

Siete riusciti a venirne a capo con idee e calma…
Penso sia assurdo che la Spal sia in quella posizione di classifica. Penso che sia una buona squadra e spero per loro che abbiano la forza di risalire. Noi abbiamo fatto una buona partita perché non era semplice. Era difficile trovare gli spazi internamente, ma nel secondo tempo siamo riusciti a sfruttarli un pochino meglio.

Fonseca che vi ha detto dopo l’Europa League?
Il Mister ci ha avvertito prima che era una partita complicata ma penso che oggi abbiamo dato una grande risposta. Penso che noi scendiamo sempre in campo per vincere le partite e dopo che sbagli una partita non è mai facile. Abbiamo dimostrato di essere una squadra che deve migliorare ancora tanto.

PELLEGRINI A ROMA TV

Approccio giusto della squadra nel secondo tempo.
Ho visto cose buone anche nel primo tempo, mi sembrava stessimo facendo bene anche se lo abbiamo chiuso in svantaggio.

Ci aspetta la Fiorentina, partita difficile e delicata ma può essere una partita che può permettere di consolidare la posizione in classifica.
Sì, assolutamente. Dobbiamo fare quello che abbiamo fatto oggi, scendere in campo e voler vincere la partita a tutti i costi. Mi è sembrato un atteggiamento di una squadra che voleva veramente vincere. Contro la Fiorentina sarà una partita complicata, loro non vivono un buon momento e in casa vorranno vincere. Anche noi vorremmo vincere, andremo lì per vincere.

Avete capito la lezione di giovedì?
Penso che non succederà più una cosa del genere. Il mister lo staff stiamo molto attenti a questo, possiamo sbagliare dei passaggi ma questa è una cosa che non dobbiamo più sbagliare. Oggi vediamo la differenza con la partita di giovedì.

Sei cresciuto a livello tattico, sai sfruttare molto bene la libertà di cui godi in mezzo al campo.
Il mister mi lascia molto libero, mi chiede di trovare gli spazi. Per noi è importante andare da un lato all’altro e come vedo un buco cerco di inserirmi o posizionarmi bene con il corpo perché penso che per il gioco del tecnico sia importante guardare davanti. Sono molto contento, penso che questo sia il ruolo che sento più dentro di me, mi piace aiutare i miei compagni e mi diverto in quella posizione. Cercherò di fare sempre di più.

PELLEGRINI IN ZONA MISTA

“E’ difficile perché queste squadre hanno tanta densità al centro e bisogna cercare spazio più in la. Abbiamo creato i pericoli maggiori dagli esterni. Quando vediamo che è così bisogna trovare una soluzione diversa”.

Sei più contento per il gol o per il risultato?
Sono più contento per il risultato perché era troppo importante vincere. Il gol è il primo e lo cercavo da tanto. Spero ne arrivino tanti altri. La prestazione anche è stata buona soprattutto dopo giovedì. Questo è un gruppo forte di ragazzi che si vogliono bene.

Avete parlato dell’eventuale addio di Florenzi?
Non è assolutamente così. Penso abbiate frainteso delle sue parole. Si è detto emozionato per una cena con i dipendenti dove domani farà un discorso da capitano. Questo è il primo anno da capitano e farà questa cena e questo saluto. Erano riferite a questo le sue parole. Alessandro è il nostro capitano e ce lo teniamo stretto.

Perché siete andati tutti ad abbracciarlo dopo l’assist?
Siamo andati ad abbracciarlo perché Miki ha fatto gol. Io ho abbracciato lui. Poi Alessandro si è fermato e siamo andati la da lui. Non c’è nessuna storia dietro a questo. Ale è il nostro capitano e già tante volte ha avuto un comportamento da campione e ce lo teniamo stretto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy