Pareggio a San Siro, Elsha non basta

Pareggio a San Siro, Elsha non basta

La Roma va in vantaggio con il Faraone, ma si fa rimontare da Perisic. Ma il punto è prezioso e può avvicinare la Champions

di Redazione, @forzaroma

Non riesce a mantenere fino in fondo il vantaggio, la Roma, e a San Siro finisce 1-1. Resta distante l’Inter in classifica (6 punti), e fallisce il sorpasso al Milan quarto (distante un punto), per un pareggio che sposta poco all’interno di un turno che sarebbe potuto essere più che favorevole per i giallorossi. E che invece hanno sofferto tanto nella seconda parte della ripresa. Arriva in doppia cifra, El Shaarawy, che con la rete contro l’Inter, raggiunge quota 10 centri in campionato. Una stagione da protagonista, quella del Faraone, che è il miglior attaccante della Roma, per numeri e prestazioni, uomo in più di una squadra che fatica tanto a trovare continuità realizzativa. Era anche in dubbio la presenza del ragazzo alla vigilia, per un fastidio al polpaccio accusato durante un allenamento in settimana. Invece è riuscito a recuperare, entrando nella lista dei convocati e scendendo in campo titolare, scrive Francesca Ferrazza su “La Repubblica”. Bellissimo il gol che ha regalato il vantaggio ai giallorossi, determinante anche la sua prestazione, con El Shaarawy che, a fine stagione, si siederà con la dirigenza per rinnovare il contratto. La prossima estate entrerà infatti nel suo ultimo anno in giallorosso (è in scadenza nel 2020), necessario quindi il prolungamento, con tanto di adeguamento dell’ingaggio. E le premesse della partita non erano delle migliori, visto che alla fine del riscaldamento ha accusato un risentimento muscolare Manolas. È l’ennesimo stop – raggiunta quasi quota 50 – per una rosa falcidiata dai continui problemi muscolari, con i giocatori che a volte preferiscono non forzare per la paura di farsi male.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy