Insigne stordisce la Roma: il Napoli vince 2-1 e raggiunge il quinto posto – FOTO

Insigne stordisce la Roma: il Napoli vince 2-1 e raggiunge il quinto posto – FOTO

Gli azzurri agganciano Fonseca e i suoi al quinto posto. Decide un gol di Insigne nel finale. Di Mkhitaryan e Callejon le altre reti

di Valerio Salviani, @vale_salviani

NAPOLI -La Roma continua a sprofondare nelle sabbie mobili della ripresa di campionato. Al San Paolo, lo scontro diretto per il quinto posto lo vince il Napoli 2-1, che aggancia i giallorossi in classifica a 48 punti. Il gol vittoria lo segna Insigne all’83’, con il destro a giro marchio di fabbrica su cui Pau Lopez (migliore dei suoi) non può nulla. Mkhitaryan aveva illuso con il gol dell’1-1, con il quale aveva risposto a Callejon. Piccolo sorriso per il ritorno in campo di Zaniolo. Ma troppo poco in una situazione che, partita dopo partita, si fa più complicata.

DIFESA A TRE, LA ROMA TIENE – Il sorriso di Zaniolo nel riscaldamento è l’energia giusta che serve alla Roma. Il numero 22 torna dopo 175 giorni e si accomoda in panchina. In campo Fonseca manda il suo undici migliore e punta sulla difesa a tre, con Ibanez vicino a Mancini e Smalling. Nel primo quarto d’ora però c’è solo il Napoli, che ha due occasioni da gol, prima con Ruiz e poi con Zielinski. Bravo in entrambi i casi Pau Lopez (alla sua prima post lockdown), che chiude lo specchio e tiene la partita sullo 0-0. La prima occasione dei giallorossi arriva al 23’, Pellegrini porta avanti bene la palla in contropiede, arriva al limite e prova il tiro. La deviazione di Manolas salva Meret in calcio d’angolo. L’occasione scuote i giallorossi che alzano il ritmo e tengono meglio il campo. Un altro errore individuale però rischia di inguaiare la squadra di Fonseca. Stavolta è Smalling che sbaglia l’appoggio e regala palla a Insigne, imbucata per Callejon che mette in mezzo, ma proprio l’inglese arriva tempestivo e chiude la porta.

MEGLIO IL NAPOLI, PELLEGRINI CHE RIMPIANTO – Due minuti più tardi il difensore di proprietà del Manchester alza bandiera bianca per un infortunio muscolare. Al suo posto entra Fazio. Al 33’ il Napoli va a un passo dal vantaggio prima con Milik, che di testa colpisce la traversa, poi con Callejon che sul tap in spara alto da due passi. La Roma sta bene in campo, ma il Napoli è ancora pericoloso con il polacco, che salta al 40’ Fazio in area e calcia trovando la risposta di Pau Lopez. L’azione successiva è la Roma a sfiorare il vantaggio: bella percussione a sinistra di Spinazzola, cross tagliato in mezzo che viene agganciato da Zappacosta sul secondo palo, servizio in mezzo per Pellegrini che da solo davanti a Meret tira incredibilmente fuori graziando gli azzurri. I giallorossi chiudono in avanti, ma il primo tempo finisce 0-0.

CALLEJON FA MALE, MICKY RISPONDE – Il secondo tempo riparte con il Napoli in attacco. Dopo un minuto Insigne impegna Pau Lopez con un tiro cross che stava per finire in porta, ma il portiere è attento e smanaccia in angolo. La Roma si schiaccia di nuovo e stavolta la squadra di Gattuso ne approfitta. Al 54’ l’ex Mario Rui mette dentro un cross perfetto, Callejon taglia al centro dietro Ibanez che non riesce a chiudere e in spaccata batte Pau Lopez, che si fa sfilare il pallone sotto le gambe. È 1-0, ma stavolta la Roma non si spacca e reagisce. Prima Kluivert si fa scappare un’occasione d’oro su contropiede, poi al 60’ Mkhitaryan sale incontrastato a da 20 metri lascia partire un destro perfetto che trafigge Meret. Gol pesante. L’urlo di rabbia dell’armeno tiene vivi i giallorossi, che ricacciano il Napoli a tre punti di distanza.

ZANIOLO NON BASTA, VINCE IL NAPOLI – Al 66’ è il grande momento di Nicolò Zaniolo, che torna in campo sostituendo un opaco Kluivert. Anche il Napoli vuole vincerla e Gattuso manda dentro Mertens e Lozano. Fonseca si copre un po’ e mette Cristante al posto di Pellegrini. Zielinski al 73’ ci prova da fuori ma la sua conclusione è larga. Qualche minuto più tardi Mario Rui si ritrova davanti a Pau Lopez dopo una bella azione, ma tira forte e centrale, trovando l’ennesima risposta dello spagnolo. All’83’ l’azione che decide il match. Il Napoli attacca a sinistra, dove uno stremato Zappacosta fatica ad accorciare, la palla arriva ad Insigne che ha il tempo di prendere la mira e far partire il suo classico destro a giro sul quale stavolta Pau non può nulla. Il Napoli va di nuovo in vantaggio e vede la linea del traguardo. Nel finale la Roma non riesce a reagire ed è ancora la squadra di Gattuso ad andare vicino al gol con Lozano. L’ultimo sussulto arriva su un colpo di testa di Dzeko, parato da Meret. La partita finisce 2-1. Terza sconfitta in quattro partite nel post lockdown per la Roma.

 

 

TABELLINO

Napoli-Roma 2-1
Marcatori:
56′ Callejon, 61′ Mkhitaryan, 83′ Insigne

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas (62′ Maksimovic), Koulibaly, M. Rui; Ruiz (86′ Elmas), Demme (70′ Lobotka), Zielinski; Callejon (70′ Lozano), Milik (62′ Mertens), Insigne.
A disposizione: Karnezis, Idasiak, Hysaj, Luperto, Ghoulam, Younes, Politano.
Allenatore: Gennaro Gattuso.

ROMA (3-4-2-1): P. Lopez; Ibanez, Mancini, Smalling (30′ Fazio); Zappacosta, Pellegrini (76′ Cristante), Veretout, Spinazzola; Kluivert (65′ Zaniolo), Mkhitaryan; Dzeko.
A disposizione: Mirante, Fuzato, Santon, Kolarov, Villar, Pastore, Diawara, Under, Kalinic, Carles Perez.
Allenatore: Paulo Fonseca.

Arbitro: Rocchi
Assistenti:
Alassio e Tegoni
IV Uomo:
Manganiello
VAR:
 Mazzoleni
AVAR: Longo

NOTE Ammoniti: 7′ Demme, 9′ Pellegrini, 49′ Koulibaly, 65′ Mancini, 75′ Veretout, 80′ Ibanez

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy