Mancini: “Ci rode non aver battuto le big: per la Champions gli scontri diretti vanno vinti”

Il difensore: “Siamo un grande gruppo perché abbiamo sempre reagito alle batoste”

di Redazione, @forzaroma

Vittoria convincente per la Roma, che in difesa è stata guidata da Gianluca Mancini, unico centrale di ruolo in queste ultime partite d’emergenza. Ecco le sue parole a fine partita.

MANCINI A SKY 

Stai facendo una stagione al di sopra delle aspettative…
Grazie, troppi complimenti (ride, ndc).

Quanto serve il tuo aiuto per i tuoi compagni che sono stati adattati in difesa?
La parola chiave è sacrificio, chi gioca fa bene in qualsiasi ruolo. Non scordiamoci che Cristante è un centrocampista, penso pure a Karsdorp, Spinazzola e Veretout. Questa cosa è positiva.

Sta aumentando la forza agonistica di questa squadra?
Dal centrocampo in su siamo veramente forti. In alcune partite magari siamo sembrati molti. Domenica bisogna dare un bel segnale, essere pronti e determinati perché sarà un girone di ritorno molto difficile.

Vi pesa finora non aver mai battuto una big?
Sicuramente ci rode tanto. Nel girone d’andata abbiamo fatto male con le big, anche se in campionato è difficile qualunque partita. Nel girone di ritorno bisogna cambiare qualcosa perché vogliamo puntare alla Champions League e gli scontri diretti vanno vinti. Vogliamo fare una bella prova.

Dopo Bergamo avevi detto che la Roma non era ancora pronta. Ora come vi sentite?
Ci siamo sempre sentiti un grande gruppo perché abbiamo reagito dopo aver preso le batoste. Nello spogliatoio ci siamo parlati e ci siamo detti che se vogliamo puntare alla Champions queste partite bisogna vincerle. Dobbiamo fare di più per arrivare tra le prime quattro, uno step per far sì che la Roma sia bella, determinata e pronta.

MANCINI A ROMA TV

Una qualificazione meritata, siete una squadra in crescita
Il nostro obiettivo è migliorarci ogni partita. Abbiamo fatto due ottime gare, tranne 10-15 minuti abbiamo sempre controllato il pallone. E’ una qualificazione davvero meritata

La chiave di questa Roma è che sa giocare con più volti
Siamo bravi tutti, sia chi gioca dall’inizio che chi entra, che scende in campo sempre bene. Giochiamo spesso, siamo una squadra competitiva con lo spirito giusto: lo abbiamo dimostrato sempre. Questo è molto positivo, siamo contenti.

Un gol subito nelle ultime 4, non è più un caso
E’ una questione di squadra. Abbiamo concesso poco, peccato per l’autogol un po’ sfortunato. E’ un lavoro che parte dall’attacco, cerchiamo di essere coperti per dare meno possibilità all’avversario.

La linea comune è quella del sacrifico
Certo, sono qui da due anni. Lo scorso anno lo ho fatto io giocando a centrocampo, stasera Veretout e Spinazzola a Benevento : in una squadra deve esserci questo, soprattutto in un anno così difficile. Le squadre forti si costruiscono anche da queste cose.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy