Lo chiamavano Boca De Rossi: “Un sogno realizzato”. Fonseca aspetta il bomber: tentativo Icardi

Lo chiamavano Boca De Rossi: “Un sogno realizzato”. Fonseca aspetta il bomber: tentativo Icardi

Ufficiale la firma dell’ex capitano romanista. Seduta mattutina a Trigoria: gestione fisica per Veretout. Domani amichevoli con Rieti e Ternana. Pellegrini: “Fonseca mi piace, siamo un bel gruppo”

di Valerio Salviani, @vale_salviani

“Speravo de morì prima”. Citando un celebre striscione, proviamo a descrivere la sensazione di molti romanisti, avuta quando oggi De Rossi si è mostrato al mondo per la prima volta con la maglia del Boca Juniors addosso. “Un club fondato da italiani mi fa sentire comse se fossi a casa, un club grande, un club nel quale si può credere. La cosa più importante nella vita è poter compiere i propri sogni. Grazie Boca! Questo è il Boca!”  le parole dell’ex capitano giallorosso nel video di presentazione.

DETTAGLI – La conferenza stampa di presentazione ci sarà lunedì alle 17 italiane. Nel frattempo sono stati svelati i dettagli del contratto firmato da De Rossi. Durerà un anno, con due possibilità di rescissione per il numero 16, a dicembre e a febbraio, e la possibilità di prolungare per altri 6 mesi. Non sarà l’ingaggio più ricco (che resta a Tevez), a testimoniare – se ce ne fosse bisogno – che non è mai stata una questione di soldi, ma solo di sensazioni. Che entri e faccia suo lo spirito di gruppo, che dia la sua disciplina, la sua fame e la sua sfida di venire qui in una grande squadra come il Boca, essere parte del gruppo ma sognare di vedere questo club vincere tutto” ha detto il tecnico Alfaro. E gli sponsor già fanno a gara per accaparrarselo. Da un capitano all’altro: nuovo impegno in Russia per Totti, che tornerà a esibirsi con Football Heroes Award, a settembre.

TRIGORIA IN VENDITA? – “Il Sole 24 Ore” svela il piano del cda Roma per procurarsi liquidità: vendere Trigoria per 30 milioni. Un tentativo che non ha avuto successo, a causa della mancanza di investitori. Ecco perché il club ha studiato l’idea del bond da 275 milioni, emesso due giorni fa. La smentita di Pallotta non ha tardato ad arrivare: “Idioti, è troppo divertente…” le sue parole. Nessuna nota ufficiale però dal club.

PREPARAZIONE – Seduta unica oggi per la Roma, che questa mattina a Trigoria ha svolto lavoro su rapidità e tattica. Tutto sempre ad alta intensità, come spiegato anche da Lorenzo Pellegrini in un’intervista ai canali tematici del club: “L’intensità non è solo riferita al lavoro fisico, è anche mentale, è concentrazione” ha detto il numero 7. Poi aggiunge: “Fonseca? Mi piace lui e il suo calcio, ma ha bisogno di tempo. Siamo un bel gruppo, ci sono buone sensazioni”. Domani doppia amichevole: alle 10 il Rieti, alle 18 la Ternana.

BOMBER – Non si sblocca la situazione attaccanti. Dzeko continua a vivere le giornate con un piede fuori Trigoria, ma l’Inter per il momento non alza l’offerta economica e non va incontro ai giallorossi. Nel frattempo Higuain parte ancora titolare nell’amichevole della Juve e non sembra cambiare idea (vuole restare a Torino). L’altro obiettivo per la Roma si chiama Icardi. L’argentino costa di più rispetto al Pipita, ma la carta Dzeko può aiutare la Roma a convincere i nerazzurri, che anche ieri hanno dichiarato ancora una volta di volerlo cedere. Con un’offerta economica da 30 milioni, accompagnata dal cartellino del bosniaco, l’affare si può fare. Resta da convincere Maurito, che per ora si è promesso alla Juventus. Sullo sfondo resta Junoir Moraes, che Fonseca conosce bene, ma che non convince per età e caratura.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy