La Roma torna al lavoro e Spalletti sorride: ok Nainggolan e Jesus. Domenica la Hall of Fame

Perotti e Peres effettueranno domani i test fisici. Salah inserito nella lista dei candidati al Pallone d’oro africano. Inter battuta a San Siro, Lazio pari in extremis.

di Valerio Salviani

Quello di oggi è stato un risveglio inusuale per i romanisti. E’ domenica ma il tifoso è tranquillo, privo di quelle ansie che lo affliggono quando dovrà giocare la sua squadra. La Roma ha già vinto, conquistando 3 punti pesantissimi che hanno scrollato via tutte le paure che hanno accompagnato questo match. Lo spauracchio Napoli è passato, le assenze pesanti, i dubbi formazione, le imprecazioni… Niente turba il tifoso della Roma oggi. La sua squadra ha vinto e convinto, il suo bomber è capocannoniere e la classifica quasi sorride. Oggi la serie A si guarda con disinteresse, con superiorità. Non è la classica domenica da romanisti, ma è una domenica felice. Tutti, in Italia e all’estero, celebrano la Roma ritrovata e la bravura del suo allenatore. A Trigoria però i lavori sono andati avanti. La strada è quella giusta, ma c’è ancora tanto da fare. Spalletti è stato chiaro ieri: Se ci rilassiamo avremo delle difficoltà. Bella partita, ma ora si torna al lavoro”. 

E allora alle 11 tutti al Fulvio Bernardini. Lavoro di scarico tra palestra e piscina per chi ha giocato ieri, con un occhio di riguardo alla situazione infortunati: niente di grave per Jesus e Nainggolan, usciti ieri per fastidi muscolari. Ancora da sciogliere i nodi Perotti e Peres che domani effettueranno un’ecografia di controllo per capire l’entità degli infortuni. Strootman, fermato dalla lombalgia, migliora e proverà a mettersi a disposizione già per giovedì quando la Roma affronterà l’Austria Vienna. I giallorossi punteranno ai 3 punti, ma Spalletti presenterà un undici diverso rispetto a quello di Napoli, facendo rifiatare qualche elemento. Out sicuramente De Rossi che sconterà l’ultima giornata di squalifica, Szczesny che farà posto al portiere di coppa Alisson e il sopracitato Perotti. Certezze Totti (in panchina per 90′ al San Paolo) ed El Sharaawy, il resto si vedrà.

CAMPIONI DI IERI E DI OGGI – Nella prossima giornata di campionato i giallorossi affronteranno il Palermo all’Olimpico. Prima del match si terrà l’annuale cerimonia dell’Hall of Fame (riconoscimento di merito per i grandi giallorossi del passato). Confermata la presenza di Cerezo, Candela, Venturi, Tommasi, De Sisti, Santarini, Masetti (figlia), Carpi (figlio). Ancora in forse invece Voeller e Batistuta, ma entrambi sperano di esserci. Quando ai campioni del presente, Salah è rientrato nella short-list dei 30 giocatori candidati al Pallone d’oro africano, nella quale figurano anche i due ex romanisti Benatia e Gervinho.

LA VITA DEGLI ALTRI – Battuta d’arresto per tutte le big impegnate oggi pomeriggio in campionato. Pari a reti bianche al Franchi tra Fiorentina e Atalanta; Inter sconfitta in casa dal Cagliari, che rimonta dopo il vantaggio di Joao Mario con la rete di Melchiorri e l’autogol, in stile Goicoechea, di Handanovic, che manda in porta un cross basso diretto fuori. Passo falso anche per la Lazio fermata in casa sull’1 a 1 dal Bologna. La rete del pari biancoceleste è arrivata al 97′ su rigore. Bene il Sassuolo in casa, vincente 2-1 sul Crotone e 0-0 tra Genoa e Empoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy