Kluivert: “Papà Patrick è il mio idolo. Vivere da solo mi fa vedere le cose diversamente”

Kluivert: “Papà Patrick è il mio idolo. Vivere da solo mi fa vedere le cose diversamente”

L’attaccante olandese si è raccontato: “Il miglior consiglio che mi è stato dato è quello di essere me stesso. Ai bambini che vogliono giocare a calcio dico di dare il massimo ed essere lungimiranti”

di Redazione, @forzaroma

Justin Kluivert sta vivendo forse la stagione più importante per la sua carriera. L’attaccante olandese ha cominciato bene, conquistando la fiducia di Fonseca, con cui il rapporto è senza dubbio buono come ha ripetuto più volte il classe ’99. L’ex talento dell’Ajax, intanto, si è raccontato ai microfoni di Roma Tv in 10 domande:

Il tuo idolo calcistico?
Il mio idolo è sempre stato senza dubbio mio padre, lo è da quando sono bambino e guardo ancora molto a lui.

Il tuo miglior amico nel calcio?
Noa Lang, lo conosco da tanto e abbiamo giocato insieme all’Ajax, ora è in prima squadra e sono molto felice per lui. Non vedo l’ora che riesca ad esprimersi al meglio in campo.

Cosa hai imparato vivendo da solo in un altro paese?
Non è facile vivere da soli, a volte è noioso perché non hai nessuno con cui parlare. Ma mi fa vedere anche le cose in maniera diversa. Vivo solo da un anno, ma ho imparato molto.

Il miglior consiglio che ti è stato dato?
Quello di essere me stesso, perché quando sono me stesso sono il migliore. E’ stato un bel consiglio.

Il momento più bello della tua carriera?
Il debutto per l’Ajax, giocavo lì da 10 anni e credo sia stato il momento migliore.

Cosa diresti a un bambino che vuole fare il calciatore?

Il miglior consiglio che posso dare a tutti i bambini è quello di perseguire l’obiettivo dando sempre il massimo. Bisogna superare tutti gli ostacoli che si incontrano, bisogna crederci e rinunciare anche a qualcosa che gli altri bambini magari hanno. Ma probabilmente la vita gli riserverà soddisfazioni più grandi. Bisogna essere lungimiranti e non pensare solo al presente.

Come ti rilassi?
Sto con gli amici, con la famiglia e i miei fratelli. Guardo film, sto in giardino, mi rilasso così.

Un posto che vorresti visitare.
Le Maldive, è un posto speciale che lascio per un momento speciale.

I tuoi tre stadi preferiti.
Di sicuro l’Olimpico, l’Ajax Arena e penso che anche lo stadio della Juventus sia molto bello.

La cosa migliore di Roma.
Il cibo e il tempo. La città è meravigliosa, la Roma è la squadra migliore in questa città, dove gioco. Sono contento di questo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy