Zaniolo: “L’esordio un sogno, ora la Champions con la Roma. Mercato? Non ci penso”

Zaniolo: “L’esordio un sogno, ora la Champions con la Roma. Mercato? Non ci penso”

Le parole del centrocampista dopo l’esordio ufficiale: “Arrivare in alto è più facile, restare è difficile. Devo restare con i piedi per terra e migliorarmi sempre”. Mancini: “Ha qualità, era un po’ emozionato”

di Redazione, @forzaroma

Serata speciale per Nicolò Zaniolo. Il centrocampista della Roma ha fatto il suo esordio ufficiale con la maglia della Nazionale. Mancini l’ha mandato in campo all’85’, con gli azzurri sul 2-0 contro la Finlandia. Pochi palloni toccati ma un sogno realizzato. Ecco le sue parole a fine partita alla Rai.

Debutto ufficiale, Mancini ti aveva convocato quando nessuno ci pensava. 
È un sogno che avevo da bambino e l’ho realizzato oggi. Devo lavorare e non montarmi la testa.

State dicendo tutti la stessa cosa, Mancini ha detto che con voi giovani ed equilibrati ha vita facile. 
Facile è facile ma non tanto, ma restare è difficilissimo. Nei momenti difficili bisogna restare con la testa salda e con l’aiuto della famiglia rialzarsi.

Dove puoi trovare margini di miglioramento?
Devo migliorare in tutti gli aspetti, ma a volte devo pensare prima la giocata da fare e migliorare col piede debole.

Ti vedi bene mezzala? 
Posso stare lì, trequartista o esterno. Gioco dove vuole il mister.

Le voci di mercato vi infastidiscono? Si parla di interesse per te di alcuni club… 
Ora come ora sono in Nazionale e rappresento l’Italia. Non penso alle voci di mercato.

Come vi trovate con uno come Mancini? Lui è stato un grande calciatore… 
Ci ha dato fiducia ed è una grande cosa. Quando ci schiera cerchiamo di dare il massimo, ci chiede di dare il massimo e difendere in avanti. Ci chiede tranquillità e spensieratezza al punto giusto.

Il tuo obiettivo di questo finale di stagione? 
Obiettivo personale è di chiudere bene con Lichtenstein e poi centrare la Champions con la Roma.

 

Nel post partita ha parlato anche Roberto Mancini: “Non è stata una partita facile, loro si sono chiusi praticamente subito. Eravamo un pò contratti, nel secondo tempo siamo andati molto meglio. Kean? Deve stare tranquillo, piano piano arriveranno i gol. Nel primo tempo aveva tanti calciatori in pressione, nel complesso è stata un’ottima partita. Kean ha dei margini enormi di miglioramento. Lui e Zaniolo hanno grandi qualità. Zaniolo è entrato alla fine ed era un po’ emozionato, ma è bravo. C’è ancora da lavorare molto, non è facile fare meglio vedendoci dopo cinque mesi. Tutte le partite sono difficili”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy