Iachini: “Sul rigore c’è prima un tocco di Chiffi, andava fermata l’azione”

Le parole del tecnico viola: “Il rigore in sé per sé non spetta a noi, ma sembrava che la palla fosse già andata fuori”

di Redazione, @forzaroma

La Fiorentina si ferma contro la Roma. All’Olimpico i giallorossi vincono 2-1 grazie a due rigori realizzati da Veretout. Il tecnico viola Beppe Iachini ha commentato la sfida ed è tornato sugli episodi che l’hanno decisa.

IACHINI A SKY

Il suo futuro è cambiato.
La situazione non era facile, ho fatto il mio lavoro. Oggi non avevamo energie, abbiamo fatto errori qualitativi ma stavamo tenendo il campo. L’episodio finale ci lascia l’amaro in bocca. Non discuto il fatto che ci fosse o no, ma c’è stato un tocco dell’arbitro e avendola deviata lui in favore del giocatore della Roma la palla andava scodellata e fermata l’azione, senza arrivare al rigore. Il rammarico è quello, l’azione andava fermata prima. Il rigore in sé per sé non spetta a noi, ma sembrava che la palla fosse già andata fuori. La palla è stata “preparata” involontariamente dall’arbitro.

L’arbitro cosa le ha detto?
Ho chiesto di rivedere l’episodio, ho sbagliato anche io perché non devo farlo, ma era questo l’aspetto che volevo rimarcare.

Cosa le è piaciuto e cosa no?
Abbiamo sbagliato troppo sul piano tecnico in uscita. Quando ci siamo riusciti ci siamo distesi bene. Nel secondo tempo siamo usciti un po’, siamo partiti forte e abbiamo pareggiato. Sull’1-1 non ci siamo fermati, abbiamo fatto 4-5 ripartenze in cui è mancata la lettura giusta finale. Siamo i più giovani del campionato, non sempre siamo bravi e lucidi nel concretizzare. I ragazzi meritano un elogio perché non stanno abbassando l’attenzione nonostante abbiano raggiunto l’obiettivo.

Con Commisso si è costruito un rapporto stretto.
È un rapporto di stima, quando sono arrivato c’era paura perché era una situazione pericolosa. Abbiamo ricostruito uno spirito di gruppo, dopo la ripresa siamo stati la miglior difesa del campionato, abbiamo portato a casa meno di quanto meritavamo. Avremo modo di parlarne con calma, ci confronteremo e poi si vedrà.

IACHINI IN CONFERENZA STAMPA

Cosa pensa del rigore assegnato?
Come dicevo non vorrei soffermarmi su questo episodio. E’ lo sviluppo dell’azione che mi crea qualche dubbio. L’arbitro tocca la palla e finisce sui piedi del giocatore che tira. Mi soffermerei sul prima, quando fuori area c’è stato quel tocco. Io sono stato ammonito e mi scuso, non volevo mancare di rispetto, chiedevo solo se si potesse rivedere al Var.

Come prova complessiva che pensa della partita oggi?
Sul piano tecnico qualcosa ci è mancato. Non abbiamo sviluppato bene in uscita, mentre quando ci siamo riusciti siamo stati pericolosi. Nel primo tempo abbiamo anche preso un palo, ma per il resto non abbiamo concesso nulla. Nella seconda parte tenevamo bene il campo ed eravamo partiti forte. Andando avanti le energie sono venute meno, ma chiedere sforzi ai ragazzi ora è complicato. Qualche errore tecnico lo abbiamo commesso, ma la Roma resta una squadra forte. C’è grande rammarico per come è arrivato il risultato, sarebbe stato il settimo consecutivo utile.

Quanto è difficile chiudere la stagione leggendo i nomi dei suoi sostituti?
Non ho mai guardato i giornali. La squadra è serena e volevamo portare a casa una stagione tranquilla. Noi dovevamo fare strada e punti. I ragazzi sono stati bravissimi, si è creato un ottimo gruppo. Vediamo cosa succederà nelle prossime settimane. Sono comunque soddisfatto del percorso di lavoro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy