Fonseca studia la nuova Roma, da Veretout a Mkhitaryan e Dzeko: ecco i cambi che fanno sognare

Fonseca studia la nuova Roma, da Veretout a Mkhitaryan e Dzeko: ecco i cambi che fanno sognare

Intanto per De Sanctis e Calvo sono in arrivo delle promozioni. Il primo è sempre più il braccio destro di Petrachi, mentre per il secondo si parla della carica di direttore generale

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

“Spero che i nuovi acquisti diano una mano” ha detto Mirko Vucinic parlando della Roma. Già, perché Petrachi si è scatenato negli ultimi giorni di mercato portando nella Capitale Smalling, Kalinic e Mkhitaryan. Quest’ultimo oggi ha fatto letteralmente impazzire i tifosi giallorossi in occasione della sfida contro la Bosnia valida per le qualificazioni al prossimo Europeo. Due gol, un assist e un’autorete procurata da parte del capitano armeno. Tutto sotto gli occhi di un altro giallorosso, Edin Dzeko. Anche lui in gol. La coppia fa già sognare a Trigoria in attesa che Fonseca possa lavorarci in settimana e sui social non si parla d’altro.

TRIGORIA –  In attesa dunque che riprendano gli allenamenti e che i Nazionali facciano ritorno nella Capitale, la Roma cerca di scongiurare in ogni modo il pericolo infortuni. Di cambiamenti ne sono stati fatti tanti, dalle strutture agli uomini. Rispetto al passato c’è molta più attenzione per i test metabolici e negli ultimi mesi sono state introdotte nuove figure professionali, come quella di Tommaso Ancora, che insieme al nutrizionista Rillo, lavora come educatore alimentare. Insomma, a Trigoria vogliono che i casi di Spinazzola, Zappacosta, Perotti e Under restino isolati. D’altronde De Sanctis lo ha detto qualche giorno fa: “Stiamo lavorando bene, non ci sono alibi”. Proprio per il dirigente giallorosso è in arrivo anche una promozione. Dopo la delega al settore giovanile concessagli da Petrachi, sembrerebbe sempre più indirizzato a diventare il braccio destro dello stesso diesse. Anche Calvo, Chief Revenue Officer della Roma, potrebbe fare un salto di qualità nella sua carriera in giallorosso diventando direttore generale, posto rimasto vacante dalla nomina di Mauro Baldissoni a vicepresidente del club.

CAMBI – In tutto questo Fonseca ha già iniziato a studiare la squadra che tra una settimana esatta affronterà il Sassuolo all’Olimpico e gli uomini necessari per il primo mini tour de force della stagione. Sette partite in ventuno giorni tra Europa League e Serie A. Dei cambi rispetto alle prime due uscite con Lazio e Genoa sembrano necessari, così come il turn-over. Se dalla sfida tra Armenia e Bosnia si evince che Dzeko e Mkhitaryan potrebbero diventare dei perni nell’undici di Fonseca, delle risposte positive arrivano anche da chi durante la sosta per le Nazionali è rimasto a Trigoria. Veretout su tutti. Il francese ormai si allena a pieno ritmo e potrebbe essere lui l’equilibratore da affiancare a Cristante in mediana. Un altro cambio, invece, riguarda la difesa con Smalling candidato numero uno a fare coppia con Fazio.

FEMMINILE – Tanto lavoro dunque per la Roma e non solo per la prima squadra. Anche la Femminile di Bavagnoli continua a preparare la nuova stagione. Oggi al “Tre fontane” è andata in scena l’ultima amichevole pre-campionato contro il Psg. Il match è terminato sul punteggio di  3-5 in favore delle parigine che, dopo i calci di rigore (2-2 nei minuti regolamentari), si portano a casa il Trofeo Luisa Petrucci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy