Fonseca: “Qualcuno non ha meritato di giocare stasera. Così non vinceremo l’Europa League”

Fonseca: “Qualcuno non ha meritato di giocare stasera. Così non vinceremo l’Europa League”

Le parole del tecnico al termine del match: “La partita non mi è piaciuta, dovevamo vincere. Ora pensiamo alla Spal, non sarà facile”

di Redazione, @forzaroma

Ancora un pari contro il Wolfsberger, che consente però alla Roma di passare il girone di Europa League da seconda in classifica. Paulo Fonseca ne ha parlato al termine del match.

FONSECA A SKY

Ci sono due aspetti: il passaggio del turno e la partita di stasera. Partiamo dalla qualificazione.
Abbiamo raggiunto il principale obiettivo della qualificazione, ma non abbiamo fatto una buona partita. Era importante vincere stasera, ma non abbiamo avuto l’atteggiamento giusto.

Come mai tutti questi errori?
Credo che pensassimo che questa partita fosse già vinta e invece il Wolfsberger è una buona squadra. Abbiamo sbagliato tanto, nei passaggi, sotto pressione, è stato difficile perché abbiamo sbagliato la circolazione di palla. E quando sbagliamo tanto è normale che poi non attacchiamo come dovremmo. Non sono soddisfatto di questa partita.

Avete fatto fuori la capolista della Bundesliga.
Sì, ma per me non è facile accettare questo risultato contro questa squadra, che ha giocato senza pressione e con grande atteggiamento. Non è stata una partita che mi è piaciuta.

Non avete saputo gestire i momenti della partita.
E’ vero, dobbiamo gestire il ritmo della partita. Quando abbiamo cambiato Pellegrini e Zaniolo abbiamo fatto meglio. Nel primo tempo abbiamo perso la palla troppe volte, quando si sbaglia tanto è normale che l’altra squadra – che è forte – in contropiede possa creare pericoli.

Le due fasi sono legate: facendo una fase offensiva superficiale fai anche una fase difensiva superficiale, si pagano gli errori in avanti.
L’altra squadra ha aspettato che la palla fosse giocata e quando iniziavamo col terzino non abbiamo potuto alzare la pressione. Abbiamo sbagliato molto sulle palle giocate sul terzino, le abbiamo sempre perse e non abbiamo cambiato gioco. Così è difficile.

Potete vincere l’Europa League?
Non con questo atteggiamento, così è difficile. Ora pensiamo alla prossima partita, molto difficile, con la Spal. Poi penseremo alla prossima partita di Europa League.

Sulle prossime avversarie.
Adesso è difficile scegliere perché sono tante squadre forti, vediamo. Non ho preferenze.

Come ha visto il ko dello Shakhtar con l’Atalanta?
È molto difficile vincere una partita lì. Ora vediamo la prossima partita con la Spal, che è molto organizzata a livello difensivo, come tutte le squadre italiane. Ogni partita è una storia diversa.

FONSECA A ROMA TV

Contenti per la qualificazione ma disappunto per lo svolgimento della partita.
E’ chiaro che non mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra. Abbiamo bisogno di essere più aggressivi, oggi non abbiamo fatto una buona partita.

Oggi la brutta partita è arrivata per i troppi giocatori diversi in campo o è una questione di mentalità?
Abbiamo pensato che era facile e qualche giocatore non mi è piaciuto. E’ difficile per me parlare ma qualche giocatore non ha meritato di giocare questa partita.

Delusione per la sufficienza dei giocatori.
Questa squadra ha avuto sempre un giusto atteggiamento, oggi no. Mi aspetto che nella prossima partita sia diverso.

E’ più arrabbiato per la parte fisica, tecnica o tattica dei suoi giocatori?
Fisicamente no ma tecnicamente abbiamo sbagliato numerosi passaggi. Non è facile capire perché abbiamo sbagliato tante decisioni.

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Che cosa ha detto ai suoi e come valuta il percorso?
Per prima cosa abbiamo raggiunto l’obiettivo, ma è vero che non mi è piaciuta la partita. Giocare contro questa squadra è comunque difficile, oggi ha giocato con grande atteggiamento. Non abbiamo fatto una buona partita.

Chi l’ha convinta di più tra Mkhitaryan, Perotti e Under?
Voglio parlare prima con i giocatori, non qui di individualità. E’ vero che la prestazione non mi è piaciuta.

Si aspettava i fischi dello stadio negli ultimi minuti?
Noi vogliamo sempre vincere. I giocatori non sapevano il risultato dell’altra partita. Il problema è che abbiamo sbagliato molto, dobbiamo uscire meglio dal momento di pressione.

Com’è possibile che la Roma abbia sottostimato gli avversari?
Questa squadra ha avuto sempre un grande atteggiamento, ma oggi no. Dobbiamo capire perché è successo. Prima della partita ho parlato con i giocatori e li avevo avvisati che sarebbe stata pericolosa per questo. Dobbiamo capire il giusto atteggiamento.

Perché la Roma non è mai riuscita a uscire dalla pressione del Wolfsberger?
Avevamo preparato questa situazione, ma è successo anche nella gara d’andata. Siamo usciti con qualità delle volte, ma non avevamo linee di passaggio libere. Ci sono state anche decisioni individuali sbagliate.

Cosa è cambiato rispetto alla gara di andata?
Non abbiamo vinto e non abbiamo fatto due buone partite contro questa squadra che ha un grande atteggiamento e pericolosa in contropiede. Non abbiamo fatto buone partite.

Che impressione le ha fatto il Wolsberger?
E’ una squadra con un grande atteggiamento, hanno giocato qui senza alcuna pressione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy