Fonseca: “Dzeko non è in uscita”. Icardi, Wanda apre alla Roma. In difesa c’è il sì di Rugani

Il tecnico ha blindato il bosniaco, mentre la settimana prossima è previsto un incontro per chiudere con il centrale juventino. Accordo trovato con il Montpellier per Olsen

di Gianluca Viscogliosi

Zitti tutti, parla Paulo Fonseca. Tra i preparativi per il match con il Real e tra le voci di mercato riguardanti soprattutto l’attacco, il tecnico lusitano ha lanciato a riguardo un messaggio ben chiaro all’Inter: “Dzeko domani giocherà dal primo minuto, il nostro gioco verte su di lui e al momento non prendiamo in considerazione una sua uscita. Ad oggi conto su di lui e stiamo lavorando insieme per la prima di campionato contro il Genoa”. Una linea netta del tecnico e della società, dal momento che non vogliono in nessun modo rischiare di svalutare il bosniaco come fatto dai nerazzurri con Icardi. E proprio mentre arriva il like di Dzeko al post Instagram del primo allenamento di Lukaku, Wanda Nara starebbe rivalutando la posizione di Maurito nei confronti dei giallorossi. Una manovra, chissà, per smuovere le acque attualmente calme sull’asse Inter-Juventus.

SFIDA REAL – Il campo rimane sempre il pensiero primario del tecnico giallorosso e l’emozione per l’esordio davanti ai suoi tifosi è tanta: “Questa partita contro il Real è un buon test per capire realmente quali sono le nostre capacità. Siamo all’inizio di un grande processo di trasformazione soprattutto per quanto riguarda il modulo di gioco. Per me la cosa più importante contro il Real Madrid sarà vedere se la squadra avrà coraggio di attaccare e di difendere allo stesso tempo. Conta anche più del risultato“. E proprio in vista della sfida di domani sera contro i blancos, la squadra si è allenata oggi tra le mura di Trigoria, con la consueta intensità e con i soliti assenti. Veretout, Pastore, Nonzi e Coric hanno fatto un lavoro differenziato e non saranno a disposizione del tecnico per l’amichevole. In casa Real potrebbe esserci il forfait di Sergio Ramos, ma Zinedine Zidane – nelle dichiarazioni della vigilia – si è concentrato soprattutto sulla voglia delle merengues di dare un segnale forte ai propri tifosi dopo un pre campionato pieno di ombre e mugugni.

QUESTIONE CENTRALE – Nonostante la mancanza di preoccupazione per la fase difensiva mostrata nelle ultime amichevoli, le pretese di Fonseca per un nuovo centrale di livello rimangono le stesse. Nel lotto dei papabili rimane in piedi la pista che porterebbe al croato Lovren, ma torna di prepotenza in auge il nome di Daniele Rugani. L’azzurro avrebbe già dato il suo ok per un trasferimento in giallorosso e martedì Roma e Juve dovrebbero incontrarsi per provare a trovare un accordo. Dubbi in difesa, ma dubbi anche in avanti: dietro Icardi e Higuain, guadagnano posizioni Mariano Diaz, fortemente sponsorizzato da Petrachi, e Ben Yedder, nonostante l’offerta importante arrivata dal Principato di Monaco per lui. Chi arriverà sicuramente in Ligue1 è Robin Olsen. L’entourage dello svedese sta limando gli ultimi dettagli con la dirigenza del Montpellier prima di sancire il passaggio del portiere in Francia e lasciare così definitivamente a Pau Lopez i guantoni titolari della porta giallorossa. Riprendono invece i contatti con il Monaco per Steven Nzonzi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy