Fonseca: “Le vicende societarie non ci condizionano. Zaniolo deve crescere senza pressioni”

Le parole del tecnico romanista: “Durante la stagione non abbiamo avuto problemi su palla ferma, nelle ultime partite abbiamo sbagliato due volte nella stessa zona. Vediamo adesso come correggere”

di Redazione, @forzaroma

L’obiettivo minimo è a un passo. Fonseca è a tre punti dal quinto posto dopo la vittoria per 2-1 con la Fiorentina. Il tecnico ha commentato il match nel post-partita. Le sue parole:

FONSECA A SKY

Cinque vittorie e un pareggio nelle ultime sei, stasera cosa le è piaciuto di più?
Era una partita difficile, la Fiorentina ha fatto sempre buoni risultati fuori casa contro le big, chiudono bene gli spazi. Oggi abbiamo fatto una buona partita, create tante occasioni contro una squadra difficile. È stata una vittoria importante.

Il gol di Milenkovic ha ricordato quello di de Vrij. Come mai?
Abbiamo sbagliato come con l’Inter. La Fiorentina non ha avuto altre opportunità, solo da palla ferma. Abbiamo lavorato ma abbiamo sbagliato. Durante la stagione non abbiamo avuto problemi su palla ferma, nelle ultime partite abbiamo sbagliato due volte nella stessa zona. Vediamo adesso come correggere.

Ha riacquisito serenità col nuovo modulo, la vicenda societaria toglie serenità alla squadra?
No, la squadra sta giocando bene e ha fiducia. Per me questa non è una scusa, non è un problema. Dobbiamo solo pensare a quello che dobbiamo fare in campo, ora col Torino.

Avete la certezza di avere più pazienza e anche fisicamente sembra che finiate in crescendo.
Quando facciamo giocare regolarmente gli stessi, stanno meglio fisicamente. Abbiamo fatto una partita con pazienza. A volte possiamo far circolare la palla, a volte no. Abbiamo trovato gli spazi giusti contro una squadra che non ne concedeva, con pazienza abbiamo creato molte situazioni per fare gol.

Siamo alla fine della sua prima stagione italiano. In molte squadre il giocatore su cui la squadra è centrata è anziano (Ronaldo, Ibrahimovic, Ribery, Quagliarella…). La Roma ha una grande fortuna, Zaniolo, che è il giocatore su cui costruire e far girare la squadra.
Zaniolo ha grande qualità ma non possiamo dimenticare che è un giovane. È un po’ presto per mettere questa pressione su di lui, dobbiamo lasciarlo crescere normalmente perché ha grande qualità. Può essere un calciatore molto importante per la Roma.

Può tornare titolare a Torino?
Vediamo. Ha un problema adesso, che noi non ci alleniamo ma recuperiamo solamente. Così è più difficile tornare al meglio della condizione, ha solo la partita. Ma vediamo che succede.

FONSECA A ROMA TV

Nelle ultime sei partite la Roma ha segnato almeno due gol a incontro. L’attacco sta crescendo sempre di più.
Abbiamo la possibilità di fare ancora di più. La Fiorentina si difende con molti giocatori, chiude lo spazio, non era facile da affrontare. Oggi con pazienza abbiamo costruito diverse occasioni.

La Roma si è andata a prendere il risultato con carattere.
Non abbiamo avuto problemi difensivi, solo su palla da fermo. Dietro abbiamo giocato bene, con una buona aggressività e una buona reazione. Offensivamente contro la Fiorentina non è facile creare occasioni, ma noi lo abbiamo fatto.

I tre difensori centrali giocano con anticipo, accettano l’uno contro uno e partecipano alla fase offensiva. Però abbiamo subito ancora gol su calcio d’angolo.
Non è normale sbagliare su palla inattiva, durante la stagione non avevamo sbagliato tanto. Dobbiamo lavorarci su e correggere gli errori. Con i tre centrali abbiamo la possibilità di pressare più alto, in più Mancini e Kolarov hanno qualità e possono partecipare alla fase offensiva.

A parte il risultato e la condizione fisica, se vogliamo trovare un piccolo difetto oggi, quale reparto si aspettava facesse meglio?
Noi possiamo distribuire palla più velocemente e giocarla più avanti quando la recuperiamo. Oggi non l’abbiamo fatto molto, specialmente nel primo tempo. Un’altra cosa che non mi è piaciuta è il gol subìto: abbiamo sbagliato e dobbiamo trovare una soluzione, perché avevamo preso un gol identico con l’Inter.

Fare bene la fase difensiva facilita il compito a tutta la squadra: veniamo in avanti e siamo più bravi ad attaccare verso la porta avversaria. Sui calci piazzati dobbiamo migliorare.
Sì, dobbiamo migliorare. Però nel pressing la squadra mi è piaciuta molto, non abbiamo mai lasciato creare occasioni da gol alla Fiorentina. È importante pressare così e vincere i duelli. La squadra ha fiducia, crede che pressando più alto possiamo recuperare più palloni. Con la difesa a tre è possibile giocare così.

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Partita decisa da due rigore, ma con tanto volume di gioco creato. Soddisfatto?
Si non era facile oggi. La Fiorentina non perdeva da sei partite e fuori casa fa bene. Chiude gli spazi ed è una squadra ostica. Abbiamo creato molto e devo dire che oggi era importante vincere oggi.

Il gol di Milenkovic da palla inattiva è uguale a quello di de Vrij, come mai?
Non abbiamo mai avuto problemi su palla inattiva. Oggi abbiamo sbagliato, ma di solito non succede. Abbiamo lavorato su questo, ma analizzeremo ancora questa situazione.

Una vittoria subito a Torino può chiudere il discorso quinto posto
La cosa più importante è sempre la prossima partita. Vogliamo giocare per vincere e chiudere al quinto posto.

Si parla troppo di Zaniolo?
Quando un giocatore ha la qualità di Zaniolo è normale che se ne parli. Io, la stampa, tutti dobbiamo aspettarlo. E’ giovane e ha una pressione molto grande. Deve crescere normalmente. Ha un grande talento, ma dobbiamo dargli tempo. Questo tipo di pressione non gli fa bene, ma lui è forte e può migliorare ogni giorno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy