Fonseca: “Dzeko era pronto, ma ho scelto di non farlo giocare. Noi più tiri e corner della Juve”

Le parole del tecnico portoghese: “Borja Mayoral ha lavorato bene per la squadra. Noi più tiri, corner e possesso, la Juve ha fatto gol”

di Redazione, @forzaroma

La Roma cade ancora contro una big. All’Allianz Stadium finisce 2-0 con il gol di Ronaldo e l’autorete di Ibanez. Per Fonseca è la nona sconfitta in 19 partite contro le grandi. Ecco le sue parole a fine gara.

FONSECA A SKY

Fino al gol di Ronaldo, la Roma stava giocando meglio. Poi tanto palleggio e poca incisività.
Abbiamo fatto bene per quasi tutta la partita, ma davanti avevamo la Juventus. Ha vinto la partita la squadra che ha fatto più gol. Abbiamo fatto più tiri, più corner e tenuto più la palla, ma vince la partita chi fa più gol.

Si è sentito il peso di avere un attaccante: Ronaldo l’ha messa dentro, voi non avevate un attaccante in grado di concretizzare.
Voglio parlare della prestazione della squadra. Noi abbiamo fatto il nostro gioco, abbiamo affrontato la Juve che si è difesa in area con molti uomini. Abbiamo sbagliato solo le ultime decisioni.

Come ha trovato Dzeko?
Tutti i calciatori hanno giocato bene.

Ha avuto la tentazione di far giocare assieme Dzeko e Mayoral.
La squadra non è ancora preparata per giocare così, se non per qualche minuto. Oggi non avevamo bisogno di farli giocare insieme.

La difesa poteva far meglio sul primo gol di Ronaldo?
Ronaldo è il migliore del mondo, fa sempre la differenza come oggi. Non abbiamo sbagliato noi.

Si aspettava che la Juve avesse un atteggiamento difensivo di questo tipo?
No, penso che la Juve ha cercato di metterci pressione ma la nostra prima fase di costruzione non gliel’ha permesso. Si sono abbassati e hanno fatto bene.

Potendo rigiocare, metterebbe Dzeko dal 1′?
Dzeko era pronto, non ha giocato per una mia scelta. Mayoral sta giocando bene, oggi ha lavorato per la squadra.

Quando la Roma riusciva ad arrivare in parità numerica, volevate ad essere un po’ troppo sicuri nel passaggio. Avreste potuto azzardare.
Non abbiamo avuto molte situazioni in cui la difesa avversaria non era a posto. Abbiamo sbagliato nelle ultime decisioni, è vero. Abbiamo avuto tante occasioni per essere concreti.

Con quale consapevolezza la Roma esce dal campo oggi?
Le vittorie morali nel calcio non ci sono. Sono orgoglioso della squadra, dev’essere felice. Abbiamo dimostrato grande fiducia, aver giocato così mi dà fiducia per il futuro.

FONSECA A ROMA TV

La sensazione è che stasera l’unica differenza sia stata che una squadra ha segnato e l’altra no.
Sì, la differenza è stata solo questa. Loro hanno fatto 3 tiri e 2 gol, noi 14 tiri e non abbiamo segnato. Abbiamo fatto bene, costringendo la Juventus a salvarsi ma non abbiamo fatto gol. Non era facile contro una squadra con questa esperienza e quesito giocatori, ma dovevamo fare meglio sotto questo aspetto della realizzazione.

La partita di stasera mina l’autostima della squadra?
No, è vero che abbiamo perso e da questo non possiamo scappare. I 3 punti sono della Juventus ma da allenatore devo valutare tuto: quella che abbiamo fatto oggi è stata una partita di grande coraggio e qualità Per questo devo sentirmi fiducioso per il futuro.

Si aspettava un atteggiamento così della Juve?
No non me lo aspettavo. L’intenzione iniziale della partita da parte loro era comunque quella di pressarci alti, ma noi abbiamo fatto bene in costruzione costringendoli ad abbassarsi. Questo è stato un merito della Roma, non un demerito della Juve: sono certo che loro volessero pressarci alti.

Serviva più precisione nelle ultime scelte
Senza dubbio, serviva passare la palla meglio, crossare meglio e tirare meglio. E’ stata l’unica cosa che abbiamo sbagliato.

FONSECA IN CONFERENZA

Come mai non riuscite a vincere contro le grandi squadra?
Non meritavamo di uscire di qui con una sconfitta. Penso che abbiamo fatto una bella partita, la differenza c’è stata nell’efficacia. La Juventus ha fatto tre tiri e due gol, noi ne abbiamo fatti tredici e non ne abbiamo fatti. La squadra ha avuto il coraggio di fare il nostro gioco, la Juve che è una grande squadra ha abbassato i ritmi ed è stato difficile fare gol, però avevamo la possibilità di fare meglio.

Oggi ha visto l’ambizione? Come mai Dzeko in panchina?
Dzeko è stata una mia scelta tecnica. Borja sta giocando molto bene, ed è stata una mia scelta. Non è facile arrivare qui e giocare una partita con coraggio, non ho nessun dubbio la mia squadra ha mostrato ambizione.

Quanto è mancato Pellegrini? La prossima partita Dzeko può giocare dall’inizio?
Non mi piace parlare di chi non era presente oggi, non voglio trovare scuse con le assenze di Pellegrini, Smalling e Pedro. Cristante ha giocato bene nel ruolo di Pellegrini. Dzeko è un giocatore come gli altri, lui deve allenarsi come sta facendo e poi sarò io a scegliere.

Potevate giocare con le due punte centrali?
La squadra stava giocando bene e non avevamo la necessità di cambiare modulo.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. noel - 3 settimane fa

    Fonseca: Piu corners della Juve… vero 9 contro 2. Ma dalle 9 corners non abbiamo usufruito niente di testa contro i difensori della Juve. Sono i gol che contano caro Fonseca, ecco perche i 3 punti sono andati alla Juve.

    In piu la Juve aveva un signor portiere, che la Roma non se l’ha sentita di confermare dopo il prestito dal Arsenal.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy