Florenzi, rottura del crociato: domani l’intervento. Totti e Ruediger: “Niente paura Ale, tornerai più forte”

Il terzino giallorosso ricoverato a Villa Stuart, domani l’intervento del professor Mariani. Tanti messaggi di solidarietà, Totti: “Ti aspettiamo più veloce di prima!”

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

La Roma torna da Reggio Emilia con tre punti ma anche con poco da sorridere, visto l’infortunio al ginocchio sinistro rimediato da Alessandro Florenzi nel match di ieri sera contro il Sassuolo, e che oggi ha dato come responso ciò che tutti temevano: rottura del legamento crociato anteriore sinistro, il settimo in casa Roma negli ultimi due anni. Il terzino giallorosso ieri notte, dopo essere rientrato a Fiumicino con il resto della squadra, si è recato a Villa Stuart per gli esami strumentali accompagnato dalla moglie Ilenia, i genitori e amici. Presenti anche Daniele De Rossi, il dottor Helge Riepenhof e il nuovo direttore sportivo Frederic Massara. Passerà anche questa notte nella clinica romana, domani mattina verrà operato dal professor Mariani.

AUGURI – Tanti i messaggi di vicinanza al terzino giallorosso, a cominciare dai compagni di squadra. “Ci sono passato anche io e so benissimo cosa vuol dire per un atleta subire un infortunio grave – il posto di Totti sui social -. I miei auguri te li ho fatti in privato, ma volevo farti sentire la mia vicinanza e quella di tutta la squadra anche qui. Daje Ale, ti aspettiamo più veloce di prima!”. Solidarietà, tra i tanti, anche da Strootman, uno che è rimasto per più di un anno fuori dal campo per problemi simili: “Forza Flo. Mi dispiace molto amico mio, ma sei forte, quindi non c’è nessun dubbio che tu rientrerai velocemente e più forte di prima. Da oggi contiamo i giorni per il tuo ritorno in campo. Un grande abbraccio e ti aspettiamo sul campo, capitano futuro!”.

RUEDIGER – L’infortunio al crociato di Florenzi è arrivato proprio la sera del ritorno in campo di Antonio Ruediger. Il difensore centrale, fermo ai box per 4 mesi per lo stesso infortunio, ha voluto esprimere la sua vicinanza al compagno di squadra: “Quello che gli posso dire è di restare positivo e anche chi lo circonda dovrà trasmettergli positività, questo è molto importantedichiara il tedesco al sito giallorosso -. Siamo tutti con lui e se ha bisogno di noi ci saremo sempre. È un giocatore importante per noi e spero di rivederlo presto sul campo”. Ruediger poi parla del suo rientro in campo dopo l’infortunio: “Ero felice e per un attimo ho pensato a questi lunghi 4 mesi e a quello che è successo, ma allo stesso tempo ero anche un po’ nervoso. Però mi sono subito concentrato sulla partita perché era importante per noi: ieri abbiamo fatto molto bene”.

TRIGORIA – La Roma questo pomeriggio è tornata al lavoro al Fulvio Bernardini per iniziare la preparazione alla trasferta di Empoli, in programma domenica prossima alle 15.00. Lavoro di scarico per chi ha giocato a Reggio Emilia, seduta tecnico-tattica per il resto del gruppo: assenti Perotti, Peres, Vermaelen e Rui, per loro lavoro individuale ma sia l’attaccante argentino che il terzino brasiliano domani potrebbero tornare ad allenarsi con il gruppo ed essere convocati per Empoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy