Dai Boston Celtics ai fucking idiots: ecco le frasi celebri della presidenza Pallotta

Anni di parole forti, dichiarazioni roboanti e uscite avventate, tra cui quelle sullo stadio, sul mercato e su Francesco Totti

di Gianluca Viscogliosi

INTRODUZIONE

In fondo è sempre una questione di titoli. Zero sul campo, tanti invece offerti in pasto alla stampa e soprattutto al popolo giallorosso. Campagna Champions del 2018 a parte, la gestione Pallotta è stato un susseguirsi di alti e bassi, di speranze e di illusioni, ma soprattutto di dichiarazioni roboanti, frasi a effetto e affondi verbali verso tutti. Allenatori, calciatori, avversari, dirigenti, politici e tifosi. Nessuno è rimasto fuori dal frullatore mediatico, prima che lo stesso Pallotta decidesse di ritirarsi definitivamente a Boston e lasciare a comunicati istituzionali e a lettere preimpostate le sue ultime volontà giallorosse. In attesa che Friedkin diventi ufficialmente il numero uno del club e che si appresti a lanciare la nuova era romanista.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy