Da Sora con furore, ecco Zappacosta in cerca di riscatto: la Roma punta sul “Panic boy”

Da Sora con furore, ecco Zappacosta in cerca di riscatto: la Roma punta sul “Panic boy”

Soprannominato dai tifosi blues acquisto d’emergenza, arriva dal Chelsea in prestito secco. Petrachi lo aveva preso a Torino dall’Atalanta. Porterà spinta, fisicità e cross precisi

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Dalle parti di Zappacosta, nato a Sora ormai 27 anni fa, si dice che “j’arbero che non dà frutto, se taglia”, e non c’è bisogno di traduzioni. Così dopo due stagioni con più bassi che alti, Davide ha chiuso la sua avventura con il Chelsea (solo 26 presenze e 1 gol) ed è pronto a diventare un giocatore della Roma. Si trasferirà in prestito secco, la stessa formula scelta per l’addio di Karsdorp. Ritroverà Petrachi, che 4 anni fa lo prendeva dall’Atalanta aiutandolo a diventare uno dei migliori terzini destri nel panorama nazionale.

VOGLIA DI CASA – Da tempo Zappacosta spingeva per il ritorno in Italia. Quando si è presentata l’occasione Roma non ci ha pensato due volte a dire sì al procuratore Lucci (lo stesso di Florenzi). Si riavvicinerà a casa (e alla fidanzata), otto anni dopo essere andato via in direzione Avellino, la squadra nella quale ha imparato a fare il terzino. A gennaio c’era stata la possibilità di trasferirsi alla Lazio, con i tifosi biancocelesti che avevano sommerso il suo profilo Instagram di commenti per convincerlo a sposare la causa. Niente di fatto, non era ancora il momento. Nei sei mesi successivi Davide ha giocato più in Europa League che in campionato, togliendosi la soddisfazione di vincerla, anche se non da protagonista assoluto. Ci riproverà quest’anno con la Roma.

SCUOLA ATALANTA – Dopo Spinazzola e Mancini, è il terzo acquisto di questo mercato con ad essersi bagnato in quell’isola felice chiamata Atalanta. In quella stagione con i nerazzurri, c’è stato un momento nel quale sembrava che Zappacosta potesse diventare il nuovo Zambrotta del calcio italiano. Con il Torino i giudizi si sono leggermente ridimensionati, ma nelle due stagioni in granata gioca bene e riesce a raggiungere la Nazionale maggiore, convocato da Conte. Proprio l’attuale tecnico dell’Inter convincerà il Chelsea a investire su di lui, spendendo 25 milioni di euro il 31 agosto 2017 (una delle migliori plusvalenze realizzate da Petrachi alla corte di Cairo). “E’ il giorno più bello della mia vita” aveva dichiarato, con i tifosi londinesi che lo avevano soprannominato “Panic boy” (acquisto d’emergenza).

CARATTERISTICHE – Zappacosta nella Roma completa una batteria di terzini di buonissimo livello. A destra porta fisicità (è alto 1,82) e spinta. Come il compagno di reparto Florenzi, l’ormai ex Chelsea ama di più la fase offensiva a quella difensiva. Dotato di un buon cross, aiuterà Dzeko a far valere la stazza in area di rigore avversaria. Le caratteristiche giuste per il gioco di Fonseca, che prevede un coinvolgimento continuo dei terzini in attacco. In attesa di un centrale difensivo di livello che completi finalmente il reparto, Petrachi per la sua nuova Roma sceglie l’acquisto d’emergenza.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy