Cinquini: “Pallotta parli con i tifosi per trovare una soluzione, questa guerra è la causa della crisi”

“Stasera con il Bate Borisov l’unico ostacolo può essere psicologico. Garcia ha detto bene ieri in conferenza stampa, questa è una partita da vincere, mantenendo i nervi saldi”

di Redazione, @forzaroma

Oreste Cinquini, dirigente della nazionale russa allenata fino allo scorso luglio da Fabio Capello, è intervenuto in esclusiva a Tele Radio Stereo 92.7

“Mi permetto di dare un consiglio a Pallotta, quello di sedersi con i tifosi per cercare una soluzione, perché credo che la guerra fredda sia la principale causa degli alti e bassi della Roma, che deve però crescere anche mantenendo uno zoccolo duro di calciatori che devono essere confermati per più stagione, cosa che contribuisce a quel senso di appartenenza che per esempio aveva la Roma di Franco Sensi. 

Stasera con il Bate Borisov l’unico ostacolo può essere psicologico. Garcia ha detto bene ieri in conferenza stampa, questa è una partita da vincere, mantenendo i nervi saldi. Il gioco è importante ma stasera conta il risultato, per tornare a quell’equilibrio che però ripeto alla Roma può tornare anche grazie al dialogo, fra Pallotta e i tifosi, sarebbe un primo passo verso quel rapporto fra il club e chi non ha mai fatto mancare prima d’ora il suo apporto all’Olimpico. Perché Garcia, come le altre componenti del club, ha le sue responsabilità, ma sono convinto che con i tifosi della Roma allo stadio sarebbe un’altra storia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy