Carlo Conti: “Totti ultima vera bandiera. Spalletti? Magari fosse venuto da noi…”

Il presentatore tv è un tifoso viola sfegatato: “Noi e i romanisti siamo uguali, ci deprimiamo e ci esaltiamo in poche ore come nessun’altro”

di Redazione, @forzaroma

Conduttore tv di successo e super tifoso della Fiorentina, Carlo Conti è stato intervistato da Roma TV alcuni giorni prima del match di stasera tra viola e giallorossi.

Sono un tifoso viola che vive a Roma, è bello perché ci sono similitudini tra i tifosi fiorentini e romanisti. Passiamo entrambi dalle stelle alle stalle. Siamo tifosi veri che meritano soddisfazioni. La Roma ha fatto una bella rimonta, qualche settimana fa sembrava tutto una tragedia, poi è arrivato il grande Spalletti. Lui è uno tosto, un toscano vero. Non ti nascondo che abbiamo sperato la scorsa estate che arrivasse lui, senza nulla togliere a Sousa. Mi piace il portoghese, è uno serio e concentrato, fa girar bene la squadra. Sono un tifoso all’acqua di rose (scherza, ndr), quando è nato mio figlio gli ho regalato la maglia viola… Trovo fortissimi Vecino e Badelj, quando uno dei due mancano si sente. Della Roma mi piace Salah, anche se mi è rimasto “qui”.. comunque ce ne sono tanti. E poi come non invidiare uno come Totti? L’unico vero campione ad aver manifestato attaccamento alla maglia, poteva andarsene e non lo ha fatto. L’ultimo vero nostro è stato Antognoni. Poi mi ricordo di un certo Batistuta, che quando fece l’ultimo gol con noi pianse perché sapeva che sarebbe andato via. Chi segnerà? Totti e Bernardeschi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy