Cannavaro: “La Roma non ripeterà certi errori. Se ci si aggrappa ancora a Totti c’è da riflettere…”

«Rugani-Romagnoli come Nesta-Cannavaro? Forse, se li lasceranno crescere. Noi alla loro età eravamo più pronti, abituati da test più difficili. Non è colpa loro se il mercato fa certe valutazioni e li carica di tali aspettative»

di Redazione, @forzaroma

«L’Inter ha fatto un ottimo mercato. ha sistemato la difesa con Miranda e preso giocatori fisici tipo Kondogbia: come piace a Capello, come era stato dopo il 2006 quando arrivarono Ibra e Vieira. E poi la Roma, che non ripeterà certi errori» dice Fabio Cannavaro tra le altre cose all’interno di un’intervista rilasciata a Fabio Licari della Gazzetta dello Sport.
Errori di Garcia intende?
«Garcia ha capito che in Italia i conti si fanno alla fine. La Roma l’anno scorso ha pensato più a litigare con la Juve sui giornali che a giocare».
Chi sono i migliori difensori oggi?
«Per il mercato, i brasiliani: se David Luiz costa 50 milioni… A me piace Boateng, fisicamente fortissimo. E poi Savic e Miranda: non giovane, ma l’Inter ha fatto un bel colpo. Benatia è veloce. La coppia Pepe-Ramos resta tra le migliori».

E in Italia?
«Ancora Barzagli, Bonucci e Chiellini. Il papà di De Rossi mi diceva che lui allena i giovani nelle difficoltà, nell’uno contro uno: per allenarli a reparto c’è tempo. Non lo fanno in tanti».

Rugani-Romagnoli sono Nesta-Cannavaro del futuro?
«Forse, se li lasceranno crescere. Noi alla loro età eravamo più pronti, abituati da test più difficili. Non è colpa loro se il mercato fa certe valutazioni e li carica di tali aspettative».

I suoi compagni di Berlino, Buffon, Pirlo, Totti, Toni, ancora tra i migliori. C’è da preoccuparsi?
«C’è da riflettere. Loro restano bravi, ma se siamo costretti ad aggrapparci alla generazione mondiale…».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy