Bojan: “Totti una leggenda e una persona incredibile. Giocare alla Roma è stato un onore”

Bojan: “Totti una leggenda e una persona incredibile. Giocare alla Roma è stato un onore”

L’attaccante spagnolo con un passato in giallorosso: “Sabatini è una persona speciale, aveva grande fiducia in me”

di Redazione, @forzaroma

Alla Roma ha lasciato un ricordo tutt’altro che indelebile. Bojan Krkic adesso sta provando a rilanciarsi al Montreal Impact nella Mls: tre gol in otto partite in questa prima parte di stagione. L’attaccante spagnolo ex giallorosso ha parlato a Calciomercato.it. Ecco uno stralcio delle sue parole.

Facciamo un passo indietro alla tua avventura italiana, iniziata con la Roma. La chiamata fu del ds Sabatini…
Walter è una persona speciale. Gli voglio bene, ebbe grande fiducia in me all’epoca e oggi, quando ci rivediamo, continua a riconoscermi quell’affetto che ha sempre avuto nei miei confronti.

Ha potuto lavorare con Francesco Totti…
Di lui ho tante immagini in mente. Totti mostrava come si poteva conciliare l’essere una leggenda in una squadra e una città come Roma e, contemporaneamente, una persona incredibile. Era totalmente aperto a tutti i compagni, inclusi i più giovani, parlava con chiunque arrivasse trasmettendo i valori del club. È uno dei più grandi professionisti con cui ho avuto l’onore di condividere spogliatoio e campo. Un esempio per tutti i calciatori.

In seguito, l’avventura al Milan.
Un’altra grande sfida, è un orgoglio aver vestito due maglie così importanti per il calcio europeo. Il Milan è uno dei club più grandi al mondo, è stato bello poter rappresentare i suoi colori durante una stagione.

In attacco con lei, Balotelli ed El Shaarawy.
Due calciatori che hanno avuto sempre un gran livello, sono stati importanti in Nazionale e nei loro club. Stephan a Milano e Roma ha lasciato la sua impronta e il talento di Mario lo conoscono tutti. Ho ottimi ricordi di entrambi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy