Bojan: “Il Camp Nou darà motivazioni extra alla Roma. Totti è un’icona del club”

“È una persona molto alla mano, un esempio per i colleghi. Parla poco, ma quando lo fa bisogna prendere nota di quello che dice. È la persona che più mi ha colpito” è il parere dell’ex giallorosso sul capitano

di Redazione, @forzaroma

Oggi si gioca Barcellona-Roma, in un certo senso la partita di Bojan, cresciuto nella cantera blaugrana ma poi approdato nella Capitale italiana. L’attuale attaccante dello Stoke City ha parlato ai microfoni di Marca, soffermandosi soprattutto su Totti. Queste le dichiarazioni sul capitano giallorosso: “È un giocatore straordinario. Tutti sanno quali record ha ottenuto. Rappresenta una città davvero speciale come è Roma. È un’icona del club e non lo fa mai notare. È una persona molto alla mano, un esempio per i colleghi. Parla poco, ma quando lo fa bisogna prendere nota di quello che dice. È la persona che più mi ha colpito. Ricordi di lui? Prima di un derby con la Lazio, eravamo tutti seduti nello spogliatoio e ricordo che si alzò per stringerci la mano uno a uno. Fu una botta di adrenalina, una cosa fantastica. Parlava più con questo tipo di azioni che con le parole“.

Inevitabile un commento sulla partita di stasera: “Nella gara di andata i blaugrana hanno dominato, ma è sempre difficile giocare contro squadre italiane che chiudono gli spazi molto bene. La Roma ha giocatori veloci, non sarà facile per il Barcellona. Inoltre, giocare al Camp Nou darà motivazioni extra ai giallorossi“.

Chiosa finale sulle difficoltà di Luis Enrique in Italia: “Lì c’è una mentalità differente. Non capiscono il tipo di gioco che Luis Voleva fare. Non è facile prendere una direzione quando il modo di pensare dei giocatori è così diverso. Ma questo non dipendeva da lui. Nel Barcellona ha una selezione dei migliori giocatori del mondo, questo aiuta“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy