Van Hooijdonk accusa: “Lo United sta trattando Van Persie a sua insaputa”

Secondo l’ex calciatore olandese” Robin pubblicamente dice di essere felice di rimanere, ma sente che lo United vuole liberarsi di lui”

di Redazione, @forzaroma

Si diffondono a macchia d’olio tra i media inglesi le pesanti dichiarazioni di Pierre Van Hooijdonk, ex calciatore olandese amico di Robin Van Persie, sicuro che il Manchester United stia cercando acquirenti per il proprio giocatore agendo a sua insaputa. Le trattative delle ultime settimane vedrebbero coinvolto il Fenerbahce ma, a dire di Van Hooijdonk, l’andazzo va avanti da gennaio.

A partire dai primi di gennaio ho avuto delle informazioni dalla Turchia circa la possibilità che Robin (Van Persie) andasse al Fenerbahce. Nell’istante in cui è giunta questa notizia ho capito subito che lo United aveva mandato qualcuno a sondare il terreno per una trattativa. Stanno cercando qualcuno disposto a pagare l’alto ingaggio di Van Persie. Il sua contratto scade l’anno prossimo perciò questa è l’ultima occasione che ha la società per ricavarci dei soldi“.

Fin qui tutto normale, se non fosse che il diretto interessato non sarebbe stato messo al corrente di questa volontà da parte del suo club attuale. Questo almeno è ciò che ritiene Van Hooijdonk: “E’ in una situazione difficile – dichiara – pubblicamente dice di essere felice di rimanere, ma Robin sente che lo United vuole liberarsi di lui“.

La mossa dei Reds di chiudere l’affare con altri club sarebbe volta a creare pressione sul giocatore: “Un grande club in Inghilterra, Spagna e Germania sarebbe un’opzione più attraente: di certo al Fenerbahce ci sono tanti soldi e a Istanbul si vive bene, ma il campionato turco non è il grande calcio europeo di cui stiamo parlando. Sei quasi forzato ad andare in una squadra con cui il tuo datore di lavoro ha già chiuso un affare: questo è ciò che sta accadendo in questo momento“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy