Unai Emery candidato alla panchina della Roma se parte Garcia

Garcia potrebbe lasciare la Roma e la lista dei possibili sostituti comincia a definirsi con un nome in testa

di Giovanni Gallo, @giannigallo88

Unai Emery, allenatore del Siviglia, sarebbe tra i candidati a prendere il posto sulla panchina della Roma in caso di separazione con Garcia. Questo è quanto riportato da sportmediaset, le prestazioni negative dei giallorossi e un’eventuale perdita del secondo posto, potrebbero cambiare la carte in tavola per la guida del gruppo.

Noi ne avevamo già parlato tempo fa, è l’allenatore che Baldini e Sabatini avevano in mente per la nuova Roma del 2011. Fu uno degli allenatori in ballottaggio con Luis Enrique, la scelta poi ricadde sul secondo.

Nato a Fuenterrabìa in Spagna il 3 novembre del 1971 ed è uno degli allenatori emergenti del calcio spagnolo nel 2004/2005 con il Lorca. Passa all’Almeria con cui raggiunge la promozione in Liga e l’anno successivo il suo Almeria arriva all’ottavo posto in classifica risultando la seconda miglior neopromossa di sempre. Nel 2008/2009 passa al Valencia, anni positivi con il club che stava smobilitando i big a causa di una crescente crisi finanziaria. Nonostante questo raggiunse le semifinali di UEFA Europa League e Copa del Rey essendo poi eliminati rispettivamente da Atletico Madrid e Barcellona. Malgrado i risultati non gli verrà prolungato il contratto e chiuderà la stagione 2011-2012 per poi essere sostituito dal nuovo allenatore Mauricio Pellegrino. Il 7 maggio del 2012 firma per il suo nuovo club, lo Spartak Mosca esperienza che però durò pochi mesi a causa dei cattivi risultati e fu esonerato a seguito della sconfitta per 1-5 contro la Dinamo Mosca. Ma è sulla panchina del Siviglia che trova la giusta consacrazione. Il 14 gennaio 2013 viene ufficializzato firmando un contratto fino al 2014. Riesce a far qualificare la squadra in Europa, terminando la stagione in nona posizione. L’anno dopo, 14 maggio 2014, vince l’Europa League allo Juventus Stadium di Torino contro il Benfica ai rigori. Ad oggi la sua squadra si trova ai quarti di finale di Europa League ed è ancora candidata alla vittoria finale, mentre in campionato è quinta a 4 punti dall’Atletico Madrid.

Il mister spagnolo è un esperto del 4-3-3 e amante del calcio offensivo, facendo esplodere in passato giocatori come Roberto Soldado. La Roma se dovesse separarsi da Garcia, prenderebbe seriamente in considerazione questo allenatore soprattutto per l’affinità sul modulo di gioco che la società giallorossa ha adottato anche nei settori giovanili per creare un marchio di fabbrica su cui fondare le basi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy