Caso-Salah: Panerai (vicepres. Fiorentina): “Inter non trasparente”. Rispondono i nerazzurri: “Parlate a sproposito”

Il vicepresidente viola furioso su Twitter: “L’Inter ci aveva già provato con Toni, Salah è la goccia per commissariare. Non si può più tollerare che le firme e i regolamenti (art.18) valgano meno di zero”

di Redazione, @forzaroma

Da quello che sembra essere il twitter ufficiale del vicepresidente della Fiorentina Paolo Panerai piove una serie da quattro cinguettigli dai toni decisamente accesi.

Toni, Mutu, Galliani sanno che la Fiorentina fa sempre onorare le firme. Lo sa Montella. Lo saprà Salah. Lo sa ora l’Inter che provò già con Toni“: recita il primo chiaramente riferito alla vicenda che sta coinvolgendo la società viola, Mohamed Salah e l’Inter. E’ noto che la Fiorentina, d’accordo con il Chelsea per un prestito biennale, desidererebbe rinnovare il proprio legame con il giocatore, il quale tuttavia chiede uno stipendio davvero altro (3,5 milioni) e si sente forte del corteggiamento di altre squadre tra cui soprattutto l’Inter.

Caro Giovanni Malagò – prosegue il secondo tweet rivolto al presidente del Coni – Salah è la goccia per commissariare. Non si può più tollerare che le firme e i regolamenti (art.18) valgano meno di zero“. Nella giornata di ieri i Della Valle hanno inviato una lettera di diffida all’Inter, appellandosi proprio all’articolo 18 comma 3 del regolamento sullo status e sui trasferimenti dei giocatori in Figc (“Una società che intenda sottoscrivere un contratto con un professionista deve informare per iscritto la società di appartenenza del medesimo prima di intraprendere trattative con il professionista in questione. Un professionista è libero di concludere un contratto con un’altra società a patto che il contratto con la sua attuale società sia scaduto o scada entro 6 mesi. Eventuali violazioni al presente disposto saranno punite con le sanzioni appropriate“).

Se le società del calcio dovessero rispettare la trasparenza, l’Inter sarebbe già retrocessa. Che soldi sono, di chi, a partire dalle Cayman?” è la forma dei 140 caratteri successivi pubblicati da Panerai, e infine ancora: “Platini sa che l’Inter è fuori dalla legge del fair play. Per Salah e gli altri acquisti milionari. È l’occasione per una iniziativa esemplare”. 

Ore 19.45 – Proprio in questi minuti la società nerazzurra risponde con un comunicato ai viola. Ecco il pensiero dell’Inter sulla vicenda Salah, appena pubblicato sul proprio sito ufficiale:

“F.C. Internazionale comunica di aver letto esterrefatta le dichiarazioni di Paolo Panerai riportate sul proprio profilo Twitter personale. Nessuno si deve permettere di parlare a sproposito della nostra società mettendone in discussione solidità e trasparenza. Nessuno si deve permettere di offendere il club, e di conseguenza i propri tifosi, con dichiarazioni che sono totalmente prive di ogni fondamento.

“F.C. Internazionale è allibita dalla richiesta di un’iniziativa esemplare di carattere sportivo proprio nei confronti del club, che ha appena sottoscritto in pieno accordo con l’Uefa, insieme a molte altre società, un accordo di pubblico dominio legato al rispetto delle regole del Financial Fair Play. Poiché la Fiorentina sta chiaramente cercando di coinvolgere l’Inter in una vicenda che non la riguarda per coprire un problema fra lei e il giocatore Salah, F.C. Internazionale agirà in ogni sede a tutela della propria immagine e onorabilità”.

Come si concluderà la vicenda? E Salah, alla fine, che fine farà?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy