Canovi: “Secondo me l’allenatore giusto per la Roma è Zeman.”

di Redazione, @forzaroma

“Ci vuole un uomo che riporti entusiasmo alla dirigenza e all’ambiente. Oltre tutto Zeman farebbe risparmiare soldi alla proprietà e con i giovani lui è bravissimo”. Sono le parole di Dario Canovi, noto procuratore sportivo, ai microfoni di Radio Manà Manà Sport 24.

Durante la trasmissione ‘C’è calcio per te’, Canovi spiega alcuni retroscena: “Luis Enrique l’ho consigliato ma personalmente non l’ho mai conosciuto. Mio figlio, Alessandro, l’ha seguito nella sua carriera da allenatore e già l’avevamo consigliato al Genoa e alla Fiorentina. Mi sarebbe piaciuto che i dirigenti della Roma me l’avessero presentato, gliel’avevo anche chiesto. Purtroppo non è avvenuto”.

“Luis Enrique – secondo Canovi – è un uomo d’orgoglio, verticale, corretto e ha il coraggio delle proprie azioni. Penso onestamente che l’allenatore sia stato protetto più a parole che con i fatti. A gennaio non c’è stato nessun rafforzamento della squadra, l’organico non è stato rinforzato. Sabatini ha ammesso di aver commesso degli errori. La Roma aveva una squadra da quinto, sesto posto non di più.

In difesa non sono all’altezza di Milan, Inter, Juve e Napoli. La colpa non è solo di Luis Enrique, la società non credo abbia le capacità economiche per competere con le big”.

La conferma sul carattere dell’asturiano arriva anche Thiago Motta, assistito proprio da Canovi: “Thiago è stato un compagno di Luis Enrique al Barcellona e mi ha parlato di lui sempre molto bene, era l’unico capitano che difendeva i giovani calciatori. Gli attacchi del tifo giallorosso e della critica lo hanno portato ad allontanarsi da Roma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy