Dopo 91 giorni si torna a vincere in trasferta. Primo gol esterno per Ljajic

di finconsadmin

(di Alessio Nardo) Carattere, lucidità, concretezza. La Roma coglie al volo l’occasione d’oro e batte il Verona per 3-1, accorciando il distacco dalla Juventus capolista ed allungando sul terzo posto occupato dal Napoli. Per i giallorossi si tratta del sesto successo stagionale in trasferta. L’ultimo risaliva a 91 giorni fa (27 ottobre, 1-0 ad Udine firmato Michael Bradley).

 

La Roma torna a vincere al Bentegodi dopo quasi quattro anni (ultimo trionfo il 16 maggio 2010, 2-0 al Chievo). Contro il Verona, invece, il successo esterno mancava dall’anno del terzo scudetto. Segnatamente dal 19 novembre 2000 (finì 4-1 con Batistuta grande protagonista). Per l’ottava volta in stagione la Roma riesce a segnare più di due gol nell’arco dei 90′. A Parma, il 16 settembre scorso, l’ultimo 3-1 esterno. Terza batosta casalinga per l’Hellas che al Bentegodi, quest’anno, continua a non raccogliere pareggi. Prosegue anche la tradizione negativa di Andrea Mandorlini contro i giallorossi: tre sconfitte su tre, sempre con tre reti al passivo.

 

Gervinho segna il suo sesto gol stagionale e diventa il capocannoniere assoluto dalla Roma con sei centri (cinque in campionato, uno in Coppa Italia). L’ivoriano non realizzava in trasferta dal 25 settembre, contro la Sampdoria. Adem Ljajic e Francesco Totti salgono rispettivamente a quota cinque reti, agganciando il trio Florenzi-Benatia-Strootman. Per il serbo ex Fiorentina si tratta del primo gol in trasferta, dopo i quattro siglati all’Olimpico con Verona (nel match d’andata), Lazio, Bologna e Livorno. Il Capitano non segnava fuori casa dalla sfida di San Siro con l’Inter del 5 ottobre. Lontano all’Olimpico, Morgan De Sanctis prende gol da sei partite consecutive. Sono nove le reti esterne incassate, a fronte delle due sole subite in casa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy