Manita biancoceleste, delusione giallorossa

La Roma ricomincia da dove aveva lasciato, ovvero da una delusione

di Redazione, @forzaroma

La Lazio ricomincia da dove si era fermata prima delle vacanze, ovvero da 5 reti. La macchina da gol di Inzaghi non si è inceppata nemmeno dopo il contrattempo dell’infortunio di bomber Immobile (distrazione al quadricipite destro, oggi ulteriori esami). Merito del gioco spumeggiante e al tempo stesso concreto che il tecnico ha saputo dare a questa Lazio, spinta in orbita da un gigantesco MilinkovicSavic. Il suo secondo gol è un pezzo di bravura assoluto e anche l’assist di Leiva merita una menzione, anche per dare la giusta soddisfazione al brasiliano che ha spazzato via anche il ricordo di Biglia. Il trionfo sul Chievo è stata anche l’occasione per la Lazio di fare pace con il Var, ieri usato in maniera impeccabile da Abisso in campo e Manganiello davanti al video.

Anche la Roma ricomincia da dove aveva lasciato, ovvero da una delusione. Stranita dalle voci di mercato, la squadra di Di Francesco è comunque riuscita a fornire una prestazione importante contro l’Inter di Spalletti. Il gol di El Shaarawy, però, non è bastato e Vecino nel finale ha firmato un 1-1 che non serve a nessuno. Ancor meno alla Roma, ora a -3 dalla zona Champions. Mercoledì a Genova con la Samp l’occasione per accorciare le distanze. Ma tra due giorni chi avrà in rosa Di Francesco?

(R. Buffoni)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy