Sfida all’europa

di finconsadmin

(Il Romanista – G.Sanzotta) – ?Ora possiamo confessarlo, alla vigilia della partita con la Juventus era solo la fede in un miracolo a tener viva la speranza.

 

E invece non c?? stato un miracolo, ma solo il successo di una squadra che ha molti meno punti di quel che merita e che ha un organico competitivo. Ora ? inutile fare recriminazioni su quel che poteva essere.?Da due settimane ? iniziato per noi un altro campionato, vincere con la capolista, strappare i tre punti su quel campo infernale di Bergamo sono pi? che auspici positivi. Con quella normalit? invocata e anche talvolta oggetto di scherno si sono aperte nuove prospettive.

Certamente fa male vedere davanti a noi compagini sicuramente inferiori, ma perch? non sognare? Tutti noi spesso veniamo colti di sorpresa dalla realt?. Da fatti che nemmeno una grande fantasia poteva prevedere. Vorrei citare due eventi recenti che nulla hanno a che vedere con il mondo del calcio. Penso alle dimissioni del Papa oppure alle recenti elezioni con il Movimento 5 Stelle diventato il primo partito. Chi poteva ipotizzarlo? E tornando al nostro pi? umile campo calcistico?perch? non sperare che possa accadere qualcosa di sorprendente??Ci pensavo proprio ascoltando il parere di tanti esperti sulle radio romane. Tutti o quasi concordi nel ritenere impossibile per la Roma la sfida per il terzo posto.?E comunque difficile anche la conquista di un posto in Europa. Quanto vorrei che fossero smentiti. Nulla pu? impedire un pensiero e un sogno.

 

Chiedo scusa agli amanti delle statistiche, agli analisti razionali, io non ho ragioni e tesi tecniche da esporre. Non mi baso su alcun calcolo delle probabilit?, ma irrazionalmente su un sentimento di rabbia, di invidia e rancore.?Noi non possiamo arrivare ancora una volta sotto la Lazio, il Catania e anche l?Inter. Non possiamo perch? gi? adesso siamo pi? forti, e con la maturazione dei nostri giovani lo diventeremo ancora di pi?.
Non mi piace e mi fa ?rosicare? vedere quelle tribune televisive dove si discute delle prime posizioni in classifica senza che sia citata la Roma.
Possiamo aspettarci anche noi che le previsioni siano ribaltate? Possiamo aspettarci dai nostri ragazzi una prova di orgoglio, a partire dalla gara con il Genoa? Io lo spero. Non guardiamo la classifica, non stiliamo previsioni, viviamo alla giornata, ma al fischio finale dell?ultima vorrei trovare quella sorpresa che non ? contenuta in nessun uovo di Pasqua.

Certo noi non possiamo che incitare i nostri ragazzi. Ma gli attori sono i calciatori. La responsabilit? ? tutta loro. Naturalmente anche il merito maggiore se riusciranno nell?impresa. Un merito da estendere anche a questo allenatore, che con la sua modestia e normalit? ha rianimato una pattuglia che appariva depressa e rassegnata. Servono anche le dichiarazioni trionfalistiche per caricare l?ambiente. Un po? come si fa ad agosto dove tutti pronosticano un anno di vittorie. Per? le premesse e le promesse vanno mantenute. Altrimenti si rischia di fare come Bersani che ha annunciato in campagna elettorale di smacchiare il giaguaro Berlusconi e invece per poco non ha rischiato di essere sbranato. Per questo sarebbe un errore ritenere facili i prossimi impegni.
Il Genoa va affrontato con la stessa determinazione con cui ? stata battuta la Juventus. Perch? anche i pi? forti soccombono se sottovalutano l?avversario. Facciamoci tutti un bel regalo, non lo stesso che avevano sognato a inizio anno quando senza pudore si sentiva parlare di scudetto. Di quello parleremo in seguito, a partire dalla prossima estate. Ora ci accontentiamo di molto meno. Ed ? un regalo possibile e raggiungibile.?Vogliamo una presenza nelle coppe europee. Serve a noi tifosi che ce la meritiamo. E? utile per i calciatori, soprattutto i pi? giovani e meno noti, apparire in una vetrina internazionale. E? fondamentale per il marchio Roma?che costituisce la migliore garanzia per la crescita della societ?. Inoltre non possiamo permetterci che la Capitale non sia rappresentata da chi solo pu? indossare i colori della citt?: giallo e rosso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy