SanTotti, negli Usa nasce la sua Chiesa

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – C. Zucchelli) – Che per qualcuno, più di qualcuno, Francesco Totti sia Santo non è una novità. Così come non è una novità che il vero Natale romanista sia il 27 settembre e non il 25 dicembre. La novità, semmai, è che ci sia qualcuno che abbia messo nero su bianco – cioè in rete – questa sorta di lato mistico del Capitano giallorosso. E questo qualcuno non è italiano né romano, bensì americano. Strano, per «un giocatore conosciuto solo all’interno del Raccordo», come si “divertono” a dire tutti quelli che di Totti amano parlare e sparlare. Eppure così è. Esiste infatti, creato negli Stati Uniti, una sorta di sito-blog-forum che si chiama “lachiesadiTotti”. Scritto proprio così, tutto attaccato.

E la Chiesa di Totti racconta, in inglese, tutte le gesta del numero 10 della Roma e di chi gli sta accanto: ci sono le news sulla moglie Ilary, quelle sul-le partite della Roma, quelle sui compagni di oggi e su quelli, presunti, di domani, come ad esempio una notizia di mercato su un interesse dei giallorossi per Santon. Il sito, in questi giorni, attende con trepidazione lo sbarco di Totti in America che avverrà stanotte. Il Capitano negli Stati Uniti è molto conosciuto («è il giocatore più forte d’Italia», c’è scritto su un forum dedicato al soccer europeo), tra lavoro e viaggi privati c’è stato una decina di volte ed è il più atteso della spedizione che oggi a mezzogiorno partirà per Orlando. Gli appassionati lo aspettano – i bambini in particolare e sarà lui uno dei primi a parlare in conferenza stampa – lo conoscono per essere un campione del Mondo e lo conoscono anche perché nell’estate 2004 lui, Panucci, Dacourt e Montella presentarono al Guggenheim Museum di New York le magliette, firmate Diadora, per la Champions League. […]

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy