Serie A, Lazio-Sassuolo 3-2

di finconsadmin

In un Olimpico riempito come raramente accade quando è protagonista la Lazio, va in scena il posticipo che vede i biancocelesti al Sassuolo. In un clima arroventato dalla massiccia contestazione alla società, i padroni di casa provano a tornare alla vittoria dopo le cocenti sconfitte subite in settimana contro Catania e Ludogorets; gli ospiti stanno vivendo un momento difficile e Malesani deve assolutamente fare risultato se vuole conservare la sua panchina, sulla quale siede da appena quattro turni.

 

Reja si affida agli uomini più esperti per cercare di uscire dal momento difficile; il tecnico neroverde lascia in panchina il gioiellino Berardi, per schierare, nel 3-5-2, la coppia Zaza-Floccari in avanti. L’avvio è piuttosto lento e piatto con pochissime emozioni; se il Sassuolo non intende scoprirsi e rimane piuttosto basso, la Lazio produce un gioco lento e prevedibile, attraverso il quale è veramente difficile impensierire l’avversario. Il primo sussulto arriva al 23’, quando una improvvisa verticalizzazione di Ledesma lancia sulla sinistra Lulic che mette in mezzo, dove una sponda di Candreva libera Klose alla conclusione; il tedesco si coordina bene e indirizza il pallone verso la porta, ma una provvidenziale deviazione di Cannavaro impedisce al pallone di spaventare Pegolo. Al 36’ i biancocelesti passano in vantaggio con un sinistro di Radu da distanza siderale che si insacca all’incrocio dei pali, lasciando di stucco il portiere avversario e tutta la difesa del Sassuolo. Il gol non incide più di tanto sul tema della partita, che si trascina su ritmi lenti fino a quando il fischio dell’arbitro Giacomelli sancisce la fine del primo tempo.

 

In avvio di ripresa i padroni di casa controllano la situazione senza premere sull’acceleratore, con un possesso palla avvolgente e poco incisivo. Al 57’ i biancocelesti vanno vicini al raddoppio con Klose, che si ritrova il pallone tra i piedi su un tiraccio di Lulic, ma la sua conclusione non trova il bersaglio. Malesani prova ad incidere sulla partita inserendo Berardi al posto di Zaza, con l’intento di vivacizzare il proprio attacco; l’attaccante calabrese sfiora subito gol al 68’ con una bella girata di controbalzo che supera Berisha ma sorvola da vicinissimo la traversa. L’occasione scuote il Sassuolo che trova le energie mentali per portare una pressione più efficace ed agguanta il pareggio al 72’: Berardi manovra sulla trequarti e serve Magnanelli sulla sinistra; il centrocampista appoggia al centro verso Floccari che corregge in porta, realizzando il gol dell’ex. La gioia degli emiliani dura pochissimo, perché un minuto più tardi Gonzalez recupera un pallone a metà campo e lo offre a Klose che si ritrova a tu per tu con Pegolo e lo fredda portando i biancocelesti di nuovo in vantaggio. Sembra il colpo di grazia, ma i neroverdi non mollano e trovano il 2-2 al 79’, con una splendida punizione di Floro Flores che si insacca all’incrocio dei pali. E’ una partita davvero rocambolesca che non finisce di stupire, perché all’ 82’, un cross apparentemente innocuo di Radu finisce alle spalle di Pegolo,riportando ancora una volta avanti i padroni di casa. Il terzo gol subìto è una vera mazzata sul morale degli ospiti, che trovano comunque la forza di far tremare i biancocelesti negli ultimi minuti, ma non riescono più a riprenderli, uscendo dall’Olimpico immeritatamente sconfitti.

 

TABELLINO

 

Lazio-Sassuolo 3-2

 

Lazio (4-2-3-1): Berisha; Konko, Biava, Dias(56’Ciani), Radu; Ledesma, Gonzalez(93’Onazi); Candreva, Mauri(65’Biglia), Lulic; Klose.
A disposizione: Marchetti, Strakosha, Novaretti, Cavanda, Cana, Onazi, Keita, Kakuta, Anderson, Perea.
Allenatore: Edoardo Reja.

 

Sassuolo (3-5-2): Pegolo; Mendes, Cannavaro, Ariaudo; Rosi, Chibsah(46’Ziegler)(75’ Floro Flores), Magnanelli, Biondini, Longhi; Floccari, Zaza(61’Berardi).
A disposizion: Pomini, Antei, Pucino, Bianco, Gazzola, Marrone, Missiroli, Farias, Sansone.
Allenatore: Alberto Malesani.

 

Arbitro: Giacomelli

 

Reti: 36’Radu,72’Floccari, 73’Klose, 79’Floro Flores, 82’Radu,
NOTE Ammoniti:
Magnanelli, Rosi, Radu, Zaza,
Espulsi:-

 

P.Pennisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy