Calcioscommesse, chiesto il rinvio a giudizio per Antonio Conte. Il ct è amareggiato

La Procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio per 104 indagati nell’inchiesta sul Calcioscommesse. Tra questi anche il ct della Nazionale

di Redazione, @forzaroma

La Procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio per 104 indagati nell’inchiesta sul Calcioscommesse. Tra questi, come riporta l’Ansa, anche il ct della Nazionale Antonio Conte con l’accusa di frode sportiva. La richiesta di rinvio a giudizio riguarda la partita Albinoleffe-Siena del 29 maggio 2011. Ai tempi Conte era allenatore della squadra toscana. Cade, invece, l’accusa per associazione a delinquere. Verrà chiesta, inoltre, l’archiviazione per la partita Novara-Siena del 30 aprile 2011.  Associazione a delinquere per Doni, Signori e Bettarini. 

«Amareggiato» per una richiesta di rinvio a giudizio ‘annunciatà da giorni ma determinato ora a continuare nel suo lavoro da ct, in attesa degli sviluppi della sua vicenda processuale: è questo lo stato d’animo di Antonio Conte, secondo fonti a lui vicine.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy