Stadio Roma, i proponenti puntano alla sospensione della conferenza dei servizi

L’intenzione è quella di proseguire lo stesso l’iter: a breve sarebbe previsto un incontro tra l’avvocatura capitolina, gli stessi proponenti e l’avvocatura regionale

di Redazione, @forzaroma

Dopo l’accordo trovato con il Comune per il rinnovato progetto per lo stadio, i proponenti hanno intenzione di chiedere la sospensione di 30 giorni della conferenza dei servizi, che si chiuderà il 3 marzo. Come riporta l’Ansa, propro in questo periodo la delibera elaborata in Comune dovrebbe sbarcare in Assemblea Capitolina per poi concretizzarsi in una modifica di quella precedente. L’intenzione dei proponenti è quella di proseguire lo stesso l’iter e non aprire una nuova conferenza dei servizi. A tal proposito a breve sarebbe previsto un incontro tra l’avvocatura capitolina, gli stessi proponenti e l’avvocatura regionale per continuare la conferenza dei servizi nel rispetto delle leggi per il progetto che è la prima applicazione della legge sugli stadi. Intanto però rimangono i dubbi della Regione Lazio sulla quantità delle opere pubbliche nel progetto modificato, in particolare per quanto riguarda la mobilità.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy