Pastore: “Mi sento in debito con società e tifosi. Gli infortuni mi hanno tolto continuità”

Pastore: “Mi sento in debito con società e tifosi. Gli infortuni mi hanno tolto continuità”

Le parole dell’argentino nel pre-partita di Chievo-Roma

di Redazione, @forzaroma

La Roma questa sera sfida il Chievo, ultimo in classifica, per riagguantare il quarto posto provvisorio. A pochi minuti dal fischio d’inizio, Javier Pastore è intervenuto per raccontare le sue sensazioni.

PASTORE A ROMA TV

Partita molto importante oggi per la Roma, bisogna raggiungere il quarto posto.
Si importantissima perché sappiamo che dobbiamo tenere il passo delle altre. Veniamo da una buona gara contro il Milan nella quale non abbiamo preso i tre punti ma sappiamo che oggi con la stessa prestazione possiamo guadagnare i tre punti e portarli a Roma.

Quali sono i pericoli di giocare contro una squadra che oggi si gioca tutto?
Giocano senza paura e devono fare più punti possibili per non retrocedere. Per noi è una partita molto pericolosa e dobbiamo rimanere attenti in tutti i momenti ed essere protagonisti sempre.

PASTORE A SKY

Come mai faticate con le piccole?
Penso che abbiamo mancato di attenzione. Non siamo stati decisi e concreti con le più piccole. Dopo contro le più grandi abbiamo fatto sempre delle buone prestazioni. Abbiamo fatto più punti con le grandi che con le piccole

Ti senti in debito per le tue prestazioni con i tifosi della Roma?
Ho iniziato male con un infortunio e non ho mai avuto la regolarità di giocare e mi è mancato quello. Sono in debito, non solo con i tifosi, ma con la società che mi ha preso per far fare un salto di qualità a questa squadra.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy