Operazione Rinascimento, la Procura chiede il rinvio a giudizio per Parnasi

Operazione Rinascimento, la Procura chiede il rinvio a giudizio per Parnasi

Oltre all’ex numero uno di Eurnova coinvolti tra gli altri anche Palozzi, Civita, Prosperetti

di Redazione, @forzaroma

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per 15 persone nell’ambito dell’inchiesta sul nuovo stadio della Roma. Il processo, chiesto dai pm capitolini coordinati dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, riguarda tra gli altri l’imprenditore Luca Parnasi, l’ex vicepresidente del Consiglio della Regione Lazio di Forza Italia, Adriano Palozzi, l’ex assessore regionale e attuale consigliere, Michele Civita, il capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale, Davide Bordoni e il soprintendente ai beni culturali di Roma, Francesco Prosperetti.  La Procura – riporta AdnKronos – gli contesta reati che vanno, a seconda delle posizioni, dall’associazione a delinquere, corruzione e finanziamento illecito.
La richiesta di rinvio a giudizio riguarda poi i cinque collaboratori di Parnasi, Gianluca Talone, Simone Contasta, Giulio Mangosi, Nabor Zaffiri, Luca Caporilli.  Nell’ambito dell’inchiesta, la Procura ha invece già chiesto e ottenuto il giudizio immediato nei confronti dell’ex presidente di Acea Luca Alfredo Lanzalone, del legale Luciano Costantini e del commissario straordinario dell’Ipa, l’ente previdenziale dei dipendenti capitolini, Fabio Serini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy