Nzonzi: “Alla Roma sono contento, ma un giorno potrei tornare in Francia”

Nzonzi: “Alla Roma sono contento, ma un giorno potrei tornare in Francia”

Il centrocampista ex Siviglia: “Avevo bisogno di una sfida come questa per andare avanti dopo il Mondiale, ma sarebbe bello giocare di nuovo nel mio paese”

di Redazione, @forzaroma

Dopo un inizio in sordina che gli ha attirato anche qualche critica, Steven Nzonzi si sta conquistando un posto di rilievo sia a livello tattico che nell’immaginario dei tifosi. Il centrocampista ha portato tranquillità ed esperienza a centrocampo, arrivato nella capitale con i crismi del campione del mondo. Il 30enne francese, dopo quella di qualche giorno fa in cui ha raccontato diversi aneddoti, ha rilasciato un’intervista in patria, in una trasmissione di Canal+.

Sei mesi dopo la vittoria, come è cambiata la tua vita dopo la Coppa del Mondo?
Non la mia vita in realtà, ma ovviamente ha cambiato la mia vita da calciatore avendo vinto il trofeo più importante che ci sia, il trofeo che tutto il mondo sogna, ma nella mia vita non è cambiato moltissimo. È vero, vengo riconosciuto di più in Francia, ma è tutto qui. Sono felice di aver partecipato a questo grande momento per tutto il Paese. È stato magnifico.

Come ti sei rimesso in gioco non potendo oggettivamente arrivare più in alto rispetto alla Coppa del Mondo?
Si può comunque crescere individualmente anche se non puoi comunque vincere qualcosa di più grande rispetto alla Coppa del Mondo. Puoi comunque diventare un giocatore migliore, penso sia l’obiettivo di qualsiasi calciatore.

E nel tuo quotidiano, questo come si manifesta?
Con il lavoro quotidiano. Ora ho 30 anni, guardo le cose in modo diverso rispetto a quando ero più giovane. Tutto questo viene automatico, bisogna restare tranquilli e concentrati.

Sei contento a Roma?
Sì, sono contento. Avevo bisogno di una nuova sfida perché dopo 3 anni a Siviglia ho sentito di aver bisogno di qualcos’altro. Non è sempre facile, ma avevo bisogno di una sfida come questa per andare avanti.

Hai giocato in Inghilterra, in Spagna e in Italia, mai in Francia.
Perché, non potrei farlo un giorno? Sarebbe bello giocare nel mio Paese. Potrebbe anche succedere un giorno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy