Mkhitaryan: “Su questo campo non potevamo fare di più. Il mio ruolo non conta, voglio vincere”

Mkhitaryan: “Su questo campo non potevamo fare di più. Il mio ruolo non conta, voglio vincere”

Le parole del giocatore giallorosso dopo il passaggio del turno: “La cosa importante era passare al prossimo turno. Sorteggio? Se vogliamo arrivare in fondo non importa l’avversario”

di Redazione, @forzaroma

Missione compiuta. In Belgio la Roma esce con un 1-1 dalla Ghelamco Arena di Gand e conquista gli ottavi di finale di Europa League. A fine partita ha parlato Henrikh Mkhitaryan. Ecco le sue parole.

MKHITARYAN A SKY

Il tuo assist è stato un colpo d’artista…
E’ stata un’occasione in cui ho capito bene Kluivert, abbiamo parlato tante volte di questo. Quando io ho la palla voglio che si attacchi la profondità e questo è successo oggi. Ho visto che lui entrava dentro la difesa e gli ho dato la palla lì.

Ti senti più dentro al gioco quando giochi da trequartista?
In questa partita il mister mi ha messo dietro all’attaccante, ma per me è uguale. L’importante è aiutare la squadra a vincere, è più importante questo rispetto a dove devo giocare.

Perché oggi avete sofferto così tanto?
Sì, soprattutto nel secondo tempo non abbiamo giocato bene. Però l’importante è che siamo al prossimo turno, dobbiamo migliorare e imparare. Non è facile giocare qui con questa squadra. Sono stati preparati, abbiamo fatto tutto per vincere ma l’abbiamo pareggiata.

Agli ottavi chi vorresti affrontare?
Non ci sono squadre facili, tutti conoscono il calcio. Tutti sanno come giocare, attaccare e come difendere. Siamo pronti per tutte le squadre, per noi è uguale. Se vogliamo vincere l’Europa League dobbiamo giocare contro tutte le squadre. Per questo per noi è uguale chi sarà l’avversario ai sorteggi. Dobbiamo giocare per vincere, questa è la Roma e questa è la nostra missione.

MKHITARYAN A ROMA TV

Conosci questa competizione, quanto è difficile?
La prima partita l’abbiamo vinta solo 1-0, ma era abbastanza per venire qui. Avevamo giocato anche domenica e su questo campo non era possibile fare di più. Abbiamo cercato di fare il possibile per vincere e abbiamo pareggiato. L’importante era arrivare al prossimo turno”.

Sul Gent.
Non ci sono squadre facili. Tutti sono preparati e sanno giocare a calcio. Oggi tutti giocano e non guardano al nome e contro chi giocano. Per questo non è semplice.

Per te è più difficile giocare esterno o al centro?
E’ uguale. Non mi cambia se faccio l’esterno a sinistra, a destra o al centro. Voglio solo aiutare la squadra, fare assist, gol e aiutare i compagni a vincere.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy