Derby, quando l’esordio significa gol: Montella, Manfredini e Tomasi eroi giallorossi

Due doppiette e una tripletta, questo lo score dei tre attaccanti romanisti alla loro prima stracittadina. Domani qualcuno riuscirà ad eguagliarli?

di Redazione, @forzaroma

Vincenzo Montella, Pedro Manfredini e Ernesto Tomasi sono i tre giocatori che hanno esordito in maniera brillante nella stracittadina: due doppiette e una tripletta lo score di questi tre attaccanti, che hanno vinto l’emozione da derby offrendo una prestazione da urlo. A ricordarlo è il sito ufficiale della Roma, che racconta le storie di queste tre imprese sportive.

Partiamo in ordine cronologico e da colui che ha realizzato addirittura un tris di gol nel suo primo Derby: si tratta di Ernesto Tomasi, centravanti alla Roma dal 1933 al 1937 con uno score totale di 16 centri in 115 presenze totali, che fu il mattatore di quella che tuttora rimane la vittoria più ampia mai registrata nella stracittadina, il 5-0 del primo novembre del 1933 a Campo Testaccio. La punta in quella storica giornata coronò la sua miglior prestazione in giallorosso realizzando un tris memorabile, che insieme alla doppietta segnata da Fulvio Bernardini regalò alla squadra del tecnico Luigi Barbesino un successo che rimane ancora ineguagliato.

Nel 1959 fu poi Pedro Manfredini ad andare a segno due volte nella sua ‘prima’ contro la Lazio: schierato dall’allora tecnico Alfredo Foni in una prima linea d’attacco formidabile con Ghiggia, Orlando, Selmosson e Da Costa, il bomber argentino il 18 ottobre realizzò la doppietta nel 3-0 finale contro i biancocelesti con il terzo gol segnato da Selmosson, anche quest’ultimo a segno nel suo terzo derby consecutivo dopo l’epocale passaggio dalla Lazio alla Roma.

L’ultimo dei giallorossi che ha bagnato il suo esordio nella stracittadina con più di una rete è stato Vincenzo Montella che il 21 novembre 1999 firmò due reti nel 4-1 finale sulla Lazio. L’allora numero 9 della Roma realizzò la doppietta nel primo tempo, così come fece il suo compagno di reparto Marco Devecchio, consentendo alla squadra allora allenata da Capello di andare all’intervallo sopra di 4 lunghezze. Per la cronaca, questo derby proprio insieme a quello di Tomasi del 1933 è l’unico in cui due romanisti nella stessa stracittadina hanno segnato almeno una doppietta a testa.

Domani l’esordio nel derby è questione che accomuna, in attacco, Salah e Dzeko (con Iago Falque probabilmente in panchina): ci regaleranno la gioia di una doppietta?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy