De Rossi: “Totti il migliore con cui ho giocato, nessuno come lui”

L’ex centrocampista giallorosso: “La partita più bella quella della vittoria dei Mondiali del 2006. Messi è sempre il migliore, ma il premio quest’anno lo merita Lewandowski”

di Redazione, @forzaroma

Intervistato dai canali ufficiali della FIFA in merito all’assegnazione degli Awards 2020, Daniele De Rossi è tornato su alcuni dei momenti chiave della sua carriera, dedicando anche un pensiero all’ex compagno e amico Francesco Totti. Queste le sue parole:

Chi vincerà il titolo di The Best Men’s Player 2020?
Messi è sempre il miglior giocatore, ma se guardi all’anno passato Robert Lewandowski se lo merita. Ha vinto la Champions League, ha segnato un numero enorme di gol ed è stato il migliore considerate le prestazioni in campo.

E tra gli allenatori?
Non è facile, i candidati hanno ottenuto ottimi risultati. Di solito la persona che ha vinto più titoli riceve anche il premio, quindi Hansi Flick del Bayern Monaco è sicuramente il favorito, se lo è guadagnato. Qualsiasi allenatore che arriva in un club sei mesi prima della fine della stagione e deve fare i conti con una pandemia che cambia qualsiasi cosa, ma poi vince tutto meriterebbe il ​​premio.

Chi è stato il miglior giocatore con cui hai mai giocato?
Ho giocato con giocatori eccezionali, grandi campioni, ma Francesco Totti è stato il più grande di tutti. Aveva qualcosa che gli altri non avevano. Poteva trovare i suoi compagni di squadra ovunque sul campo, anche se erano lontani. Non ho mai visto nessun altro fare quello che ha fatto lui su un campo da calcio.

E qual è stata la partita migliore della tua carriera?
Potrebbe non essere stata la migliore, ma il 9 luglio 2006 è stata ovviamente la partita più bella della mia carriera perchè è quella in cui abbiamo vinto il Mondiale. Non c’è niente di meglio che diventare un campione del mondo.

Qual è stato il più bel gol che hai segnato in carriera?
Non ho segnato molti gol in carriera, a dire il vero, ma il mio miglior gol è stato contro il Giappone alle Olimpiadi del 2004 in Grecia: fu una rovesciata di sinistro, cosa insolita per me, ed è stato assolutamente meraviglioso.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy