Caso razzismo, De Siervo: “Il modello Roma traccia una strada”

Caso razzismo, De Siervo: “Il modello Roma traccia una strada”

L’amministratore delegato della Lega: “Abbiamo chiesto ai club di individuare un ambassador che possa affiancare le tifoserie e sostenere le campagne”

di Redazione, @forzaroma

È di questi giorni la notizia della decisione della Roma di punire con un daspo a vita un tifoso che aveva rivolto insulti razzisti su Instagram a Juan Jesus. Di questo tema ha parlato l’amministratore delegato della Lega De Siervo nel corso dell’evento Milano CalcioCity: “L’Italia non è un Paese razzista. Vanno isolati uno a uno. In questo la Lega si sta già muovendo. Modello Roma? Traccia una strada, la Serie A cerca di proteggere la varie minorities. Abbiamo chiesto ai club di individuare un ambassador che possa affiancare la tifoserie e sostenere per le campagne. Pirateria? Uccide il calcio. Se paghiamo tutti, paghiamo meno. Così si danneggia il lavoro delle TV e del calcio tutto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy